pensioni notizie oggi

Pensioni notizie oggi: 11 luglio 2016, votare No è la sola salvezza

PENSIONI NOTIZIE OGGI (11 LUGLIO 2016) – Dopo le novità del rapporto Inps sulle condizioni dei pensionati, è il momento di fare il punto della situazione.

Dopo mesi di news e novità sulle pensioni, spesso contraddittorie, spesso basate su annunci poi caduti nel vuoto, facendo un bilancio fra chiacchiere e fatti è evidente che, dalla Riforma Fornero in poi, pensionati e lavoratori anziani, dopo essere stati notevolmente impoveriti, sono stati abbandonati.

Si è parlato della quota 100, si è parlato di soluzioni per i lavori usuranti e per i precoci. Ma niente è stato fatto. Si è parlato di flessibilità in uscita, di nuove forme di pensioni anticipate. Ma è tutto caduto nel vuoto. Dopo due anni e mezzo di governo Renzi, cosa è saltato fuori per i pensionati?

L’intenzione di estendere la no-tax area per i redditi fino a circa 8.000 euro l’anno, l’ennesima salvaguardia per gli esodati residui (che doveva essere l’ultima, ma invece…), il part-time agevolato (un fallimento, usato da circa cento dipendenti nel primo mese) e l’Ape (Anticipo pensionistico, cioè indebitarsi per 20 anni con le banche per andare in pensione con un massimo di tre anni di anticipo, un vero affarone).

pensioni notizie oggi

Davvero pochino, per un paese che richiederebbe – lo dice lo stesso Tito Boeri, presidente Inps) – una riforma pensioni profonda, seria e strutturale.

Pensioni notizie oggi (11 luglio 2016): in oltre due anni, il nulla di fatto del governo Renzi sulla previdenza

Tracciato questo velocissimo quadro sulla situazione attuale, è tempo di fare una riflessione politica. Da quando alla presidenza del Consiglio si sono insediate figure non rappresentative del voto espresso dai cittadini (il tecnico Mario Monti prima, Enrico Letta poi, Matteo Renzi ora), la linea politica sulle pensioni è rimasta la stessa, sintetizzabile in due semplici punti: dare le pensioni sempre più tardi e renderle sempre più misere. Chi può, si rivolga ai fondi integrativi per una pensione privata (e, in questo senso, la busta arancione è sembrata uno spot per assicurazioni e banche, un modo per spingere gli italiani verso le pensioni fai da te per evitare una vecchiaia di stenti), chi non può si arrangi.

Pensioni notizie oggi (11 luglio 2016): serve un cambiamento vero. Primo passo, votare No al referendum costituzionale

Fatta la premessa, fatta la riflessione politica, la nostra conclusione è che l’unica speranza per le pensioni è un cambio radicale al governo del Paese. Matteo Renzi, per quanto faccia il bulletto davanti alle telecamere, è sempre stato uno scolaretto diligentissimo nell’osservare i diktat piovuti da Bruxelles: e l’Ue ci ha detto esplicitamente che le riforme pensionistiche del passato non vanno toccate, altrimenti saltano i nostri conti pubblici (o meglio, saltano gli assurdi vincoli economici che legano l’Italia all’Ue).

Per sperare in un cambiamento sul fronte pensioni, il primo passo è quello di votare No al referendum costituzionale di ottobre, decretando la fine di un governo che, come i precedenti filo-Ue, non ha alcuna intenzione di fare qualcosa di positivo per i cittadini (si ricordano di noi solo per i soliti illusori regalini pre-elettorali). E il prossimo inquilino di palazzo Chigi dovrà essere un personaggio passato attraverso il voto, non inviato dall’Ue, non frutto di un inciucio, non nominato dopo tradimenti e giochi di palazzo.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali Lega
Sondaggi elettorali: 10 luglio 2015, sorpresa nella fiducia ai leader

SONDAGGI ELETTORALI (10 LUGLIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di Ixè per Agorà,...

Chiudi