pensioni

Pensioni notizie ultima ora: una “pensione di cittadinanza” per salvare i giovani

PENSIONI NOVITA’ ULTIMA ORA (2 LUGLIO 2017) – CISL, “DEFINIRE PENSIONE DI GARANZIA PER I GIOVANI”

Dopo le notizie sulle anticipate, oggi torniamo a trattare un tema particolarmente scottante, quello dell’età pensionabile.

Che ne sarà, fra qualche decennio, dei giovani lavoratori di oggi? Che fine farà chi ha iniziato, per cause di forza maggiore, a lavorare tardi? Per chi ha avuto carriere discontinue? Per chi ha tirato a campare con i voucher?

Le pensioni non sono forse il primo dei pensieri per chi ha meno di trentanni e spesso si sente fare dell’ironia sul fatto che “non andremo mai in pensione”. Ma quando i giovani di oggi diventeranno over 60, forse avranno meno voglia di ridere. Stiamo preparando schiere di pensionati poveri. A milioni.

Come risolvere la faccenda? Nelle ultimissime news sulle spunta una ricetta che ricorda una specie di “pensione di cittadinanza”, un assegno di garanzia che permetta ai lavoratori di oggi di non diventare dei poveri da vecchi.

“Dobbiamo definire una pensione di garanzia per i tanti giovani che cambiano spesso il lavoro e entrano tardi nel mondo del lavoro. E dobbiamo fermare l’automatismo legato all’aspettativa di vita: questo meccanismo infernale per cui sempre di più si alza l’età pensionabile“. Questa è l’idea di Annamaria Furlan, segretario generale della Cisl, fresca fresca di rielezione (quasi) all’unanimità.

Leggi anche: vuoi fare ricorso per il rimborso?

Pensioni notizie ultima ora, 2 luglio 2017: la ‘fase 2′, sindacati e governo alla ricerca di soluzioni per i giovani precari

Il dialogo fra sindacati e governo riprenderà il 4 luglio e stavolta sul tavolo c’è la cosiddetta ‘fase 2′, cioè quella che guarda al futuro delle pensioni. Andrà meglio della ‘fase 1’? No, perché di misure davvero efficaci sulla flessibilità in uscita non se ne sono mica viste: la scorsa legge di Bilancio si è fermata all’Ape (anticipo pensionistico) e alla Quota 41 per (alcuni) lavoratori precoci (più naturalmente il regalino elettorale dell’aumento della quattordicesima, rivelatosi poi un’elemosina particolarmente misera, consistente in 21 euro in media di più al mese, destinata a finire per la metà nel pagamento delle bollette arretrate).

Insomma, un po’ di sfiducia sul futuro delle pensioni  è quantomeno legittima, visti i precedenti.

“Dobbiamo pensare ai nostri giovani” spiega la Furlan “dare risposte con meccanismi di rivalutazione delle pensioni esistenti per i tanti anziani e le tante anziane del nostro Paese, per i quali spesso essere pensionati significa essere poveri”.

Check Also

bruno-bossio

Enza Bruno Bossio, legge sulle ferrovie turistiche. Una legge della Calabria per la Calabria

Frutto di un progetto partito nel (lontano) 2013, pochi giorni fa il Senato ha approvato …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
pensioni ultime novità oggi Renzi
Equitalia e quattordicesima pensioni: Corte dei conti aiuta la propaganda di Renzi

DAVVERO CHIUDE EQUITALIA? E COME STANNO LE COSE SULLA QUATTORDICESIMA ALLE PENSIONI MINIME? Mentre milioni...

Chiudi