pensioni ultime notizie Boeri Renzi

Pensioni ultime notizie: Boeri attacca Renzi, novità intervista

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (21 MARZO 2016) – Dopo le magagne del governo Renzi sul rimborso pensioni (nuova sentenza in arrivo), oggi l’intervista di Tito Boeri (Presidente Inps) al Corriere.it.

Fra Tito Boeri e Matteo Renzi, almeno all’apparenza, non corre esattamente buon sangue: il presidente dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale è sempre stato critico con le scelte (o meglio, le non-scelte) del governo Renzi sulle pensioni.

Le modifiche alla riforma Fornero non si vedono, né si vede l’annunciata flessibilità in uscita e meno che mai gli interventi sulle pensioni sotto i mille euro (o almeno sulle minime). Le pensioni, a farla breve, non hanno mai fatto parte dell’agenda del governo Renzi, salvo piccoli interventi settoriali nell’ultima legge di Stabilità.

pensioni ultime notizie Boeri Renzi

Pensioni ultime notizie (21 marzo 2016): la riforma va fatta ora, l’invito di Boeri a Renzi

Boeri invece spiega che, se il governo ha davvero intenzione di riformare le pensioni, bisogna farlo “adesso” (come recitava lo slogan delle primarie Pd di Renzi…). Infatti il blocco delle pensioni è stato deleterio per l’ingresso nel mondo del lavoro da parte dei giovani: l’altissima percentuale della disoccupazione giovanile (intorno al 40% ormai da tempo) è fra i problemi principali dell’Italia. Un Paese in cui gli anziani sono costretti a lavorare quasi fino a 70 anni, mentre i giovani restano fermi ai box impossibilitati a trovare un’occupazione, è un Paese destinato al fallimento.

Tito Boeri invoca dunque un intervento immediato sul blocco pensioni. Come abbiamo scritto spesso nelle nostre ultime notizie sulle pensioni, il vero freno a una riforma pensioni arriva dall’Ue e anche Tito Boeri ha evidenziato, nel corso della sua intervista al corriere.it, quanto ci stanno strette le regole europee, le quali ci impediscono di aumentare la spesa pubblica e, di conseguenza, quella previdenziale (le pensioni sono, insieme alla Sanità, la principale voce di spesa per lo Stato).

Boeri parla quindi di una certificazione da parte di un’autorità indipendente (come l’Upb) per far valutare gli effetti sul lungo periodo di una contro-riforma: non è possibile infatti valutare delle norme pensionistiche anno per anno, in quanto alcune soluzioni positive potrebbero sì causare una spesa pubblica maggiore nell’immediato (e quindi essere bocciate dall’Ue), ma sarebbero poi in realtà un risparmio se valutate in un lasso di tempo più ampio.

Pensioni ultime notizie (21 marzo 2016): flessibilità in uscita, una novità necessaria

Non si può insomma pensare di riformare le pensioni basandosi sui consuntivi annuali, né tanto meno con piccoli regalini elettorali qui e lì, come è usanza del governo Renzi (aggiungiamo noi).

Flessibilità in uscita: “Noi ipotizziamo che si possa andare in pensione tre anni prima, con delle riduzioni. La riforma fatta negli anni ’90 è una grande riforma, che permette già di correggere l’importo delle pensioni in base alle aspettative di vita”, spiega Tito Boeri.

“Significherebbe togliere più o meno il 3% ad ogni pensione per ciascun anno di anticipo. Al massimo si perderebbe il 9%”.

Boeri sminuisce poi il suo presunto “contrasto” con Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, il quale aveva rimarcato il fatto che loro del governo Renzi decidono, mentre Tito Boeri può fare al massimo proposte. Una situazione in cui Boeri dichiara di ritrovarsi “perfettamente”, rivendicando a sua volta però il diritto-dovere di far arrivare dall’Inps dei suggerimenti a chi sta al governo.

Fonte: corriere.it

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
banca Etruria Boschi
Banca Etruria, sotto inchiesta tutto ex cda. Anche papà Boschi

Caso Banca Etruria: svolta nell'indagine della procura di Arezzo sul dissesto di Banca Etruria, in...

Chiudi