pensioni ultime notizie Tito Boeri

Pensioni ultime notizie: busta arancione, le novità di Boeri

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (15 GENNAIO 2016) – Torniamo a parlare della busta arancione Inps: il presidente Tito Boeri lancia la sfida e assicura che verrà mandata a tutti, visto che la comunicazione online non può essere un valido sostituto per ogni caso. In troppi non hanno ancora il codice Pin per accedere ai servizi via Web dell’Inps. Lo ha detto Tito Boeri a Roma, nel corso del workshow

L’implementazione dell’agenda digitale italiana e le nuove sfide della rete”.

Boeri aveva già toccato l’argomento pensioni-busta arancione, spiegando lo scorso 10 gennaio a Sky Tg24 che per due volte era stato eliminato un emendamento alla legge di Stabilità che garantiva le risorse necessarie all’Inps per inviare la busta arancione a tutti. Forse una ‘vendetta’ per la proposta sull’eliminazione dei vitalizi dei parlamentari (questione che comunque non riguarda l’Inps, visto che le pensioni dei parlamentari vengono erogate direttamente da Camera e Senato)?

pensioni ultime notizie Tito Boeri

Pensioni ultime notizie (15 gennaio 2016): vendetta del governo Renzi? Salgono intanto preoccupazioni per Inail e differenze fra donne autonome e dipendenti

Il ministro Maria Elena Boschi ha giurato che i dubbi di Boeri sulla ripicca del governo Renzi sono infondati e tutti i gruppi parlamentari (a parte il MoVimento 5 Stelle) hanno aderito alla proposta di Renato Brunetta (Forza Italia) di scrivere a Renzi per criticare aspramente quanto dichiarato dal presidentte Inps Tito Boeri.

Altre ultimissime news: allarme intanto da Agatino Cariola, direttore centrale Inail, sulla costante diminuzione, anno per anno, degli iscritti all’assicurazione obbligatoria per il lavoro domestico. Dalle parti di Confesercenti, il segretario generale Mauro Bussoni, nel corso dell’audizione presso la commissione Lavoro della Camera di Rete Imprese Italia, ha domandato di risolvere le disparità previdenziali che corrono fra le lavoratrici dipendenti e quelle autonome (queste ultime hanno bisogno di un anno in più di età per poter andare in pensione). Si tratterebbe infatti di una discriminazione di dubbia legittimità sia dal punto di vista costituzionale che da quello dei conti Inps.

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali Renzi
Ultimi sondaggi politici elettorali: 14 gennaio 2016, fiducia in Renzi sotto 30%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (14 GENNAIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di Ixè...

Chiudi