pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie: chi non paga le tasse, tutte le novità

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (29 GIUGNO 2016) – Dopo l’Ape (anticipo pensionistico), parliamo delle novità sull’estensione della no-tax area. Per i non anglofoni, si tratta del tetto di reddito al di sotto del quale i pensionati sono esentati dal pagamento delle tasse.

Il governo Renzi starebbe valutando una possibile estensione della no tax-area. Non solo: in vista c’è uno sprint sulla riforma del meccanismo di indicizzazione delle pensioni, inizialmente prevista per il 2018 (data in cui andrà a scadere quanto disposto sulle cinque fasce definite dal governo Letta).

Questo il succo delle novità emerse dall’incontro fra governo Renzi e sindacati, avvenuto nella giornata di ieri. E gli 80 euro per i pensionati? Non pensateci proprio: le risorse per i regalini elettorali sembrano essere esaurite e una simile possibilità attualmente non è neppure sul tavolo.

Si discute invece sulla separazione fra prestazioni previdenziali e prestazioni assistenziali, tema che fece esplodere le polemiche sulle pensioni di reversibilità, a rischio con quanto disposto nel cosiddetto ddl Povertà.

pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie (29 giugno 2016): 80 euro ai pensionati? Spariti dall’orizzonte. Ma c’è da aspettarsi il “regalino” prima del referendum

Tornando alla no-tax area, oggi come oggi l’esenzione fiscale è contemplata per i pensionati con redditi inferiori agli 8.000 euro annui e che hanno già compiuto i 75 anni di età anagrafica. Questa soglia potrebbe essere aumentata – non è chiaro di quanto – mentre di detrazioni extra e di bonus 80 euro non si è neppure parlato.

A giudicare dalle ultime notizie sulle pensioni, e con un occhio alla situazione internazionale, il nostro pronostico è il seguente: dopo la Brexit, Matteo Renzi farà di tutto per ottenere un surplus di flessibilità sui conti pubblici da parte dei burocrati di Bruxelles (il che vuol dire, in poche parole, avere il permesso di fare più spese a deficit, cioè di indebitare ulteriormente l’Italia).

Queste risorse, se concesse, verranno probabilmente utilizzate anche per qualche grosso annuncio prima del decisivo referendum di ottobre: fra le promesse più prevedibili c’è quella di un intervento sulle pensioni, visto che la Brexit ha dimostrato come gli anziani siano più presenti alle urne rispetto ai giovani e come tendano a essere poco inclini alle novità.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali pd
Ultimi sondaggi politici elettorali: 29 giugno 2016, disastro PD

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (29 GIUGNO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di EMG-Tg...

Chiudi