pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie: chi si salva e chi no, novità di oggi

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (18 NOVEMBRE 2015) – La legge di Stabilità del governo Renzi presenterà qualche novità dell’ultim’ora? Oggi come oggi, le speranze sono davvero pochissime. Cerchiamo di capire chi si salva e chi invece no.

Lo Stato fa il braccino corto con i pensionati e per questo l’estensione dell’Opzione Donna resta nel mondo dei sogni, così come l’arriva dell’APA, cioè l’Assegno Pensionistico Anticipato, noto anche come prestito pensionistico.

Cosa cambia per le pensioni nella legge di Stabilità 2016 del governo Renzi?

pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie (18 novembre 2015): la riforma non c’è, solo interventi parziali per categorie specifiche

Le novità sostanziali, secondo le ultime notizie sulle pensioni, riguardano una parziale flessibilità (quindi la facoltà di part-time per i lavoratori over 63 anni, previo accordo con il datore di lavoro: i contributi versati restano invariati, la retribuzione ridotta di circa un terzo), la settima salvaguardia (per gli esodati rimasti ancora scoperti dalle sei precedenti salvaguardie);

Inoltre: l’Opzione Donna (proroga al 2015) e infine, per quanto riguarda l’estensione della no tax area per i pensionati più poveri, questa sarà rimandata al 2017.

Ricordiamo che l’Opzione Donna consiste nella possibilità di andare in pensione a 57 anni e 3 mesi (o un anno di più per le lavoratrici autonome) e 35 anni di contributi. La penalità da pagare è comunque consistente, visto che il trattamento pensionistico sarà calcolato con il sistema contributivo (si tratta quindi di un 30% in meno).

Pensioni ultime notizie (18 novembre 2015): è l’Europa che ce lo chiede, per i pensionati lo Stato non deve tirar fuori un euro

Come è possibile notare, la riforma pensioni del governo Renzi non c’è, la squadra del Premier non è riuscita a sfornare un piano complessivo e strutturale per migliorare il nostro sistema pensionistico: esistono soltanto delle misure parziali che riguardano categorie minoritarie, mentre la maggior parte dei lavoratori anziani e dei pensionati viene dimenticata dalla legge di Stabilità del governo Renzi.

Più volte, nelle nostre ultime notizie sulle pensioni, l’abbiamo fatto notare e la “profezia” era facile da confezionare: senza sfidare i rigidi limiti imposti dall’Europa, una riforma pensioni seria non è possibile. Specialmente se poi c’è chi, come il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, garantisce ai burocrati di Bruxelles l’intoccabilità della riforma Fornero (fra l’altro simile a quella imposta in Polonia nel 2012 da Donald Tusk, poi ricompensato con la poltrona di presidente del Consiglio europeo)..

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali M5S
Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S si avvicina al 30%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (18 NOVEMBRE 2015) - Dopo le intenzioni di voto al ballottaggio...

Chiudi