Pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie: ecco perché l’Inps ha pagato in ritardo

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (6 GENNAIO 2016) – Nelle ultimissime news di ieri abbiamo trattato del pagamento delle pensioni arrivato in ritardo questo mese. Ma perché l’Inps ha giocato così sul calendario? Cosa cambia pagare con qualche giorno di ritardo?

Semplice. Per i pensionati più poveri significa qualche giorno di angoscia in più, visto che arrivare a fine mese è già difficile con pagamenti puntuali, figuriamoci con 3-4 giorni di ritardo. Per l’Inps invece è un bel guadagno, un paio di milioni di euro di interessi messi in tasca con una semplice eccezione inserita in una legge dello scorso luglio del governo Renzi.

Certo, l’Inps ha avvertito (anche se non così bene, visto che per molti pensionati il pagamento in ritardo a  gennaio 2016 è stato una sorpresa). Gli assegni sono stati pagati il 4 gennaio alle Poste. Chi invece aspettava l’accredito sul conto in banca ha dovuto attendere fino a ieri 5 gennaio.

Pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie (6 gennaio 2016): lento a pagare lesto a pretendere, il pagamento in ritardo dell’Inps è solo uno dei tanti esempi di prepotenza dello Stato

Un esempio lampante della prepotenza del nostro Stato e della sua “svogliatezza” nel saldare i suoi debiti (lo sa bene chi lavora con la Pubblica amministrazione… che ancora aspetta che Renzi mantenga la promessa di Renzi – marzo 2014 – di pagare tutti i debiti della PA…).

L’Inps avrebbe potuto pagare il 31 dicembre senza alcun problema tecnico o legale. Ha preferito aspettare qualche giorno per lucrare sulle spalle dei pensionati, in particolare quelli meno fortunati, visto che per chi prende pensioni d’oro o d’argento poco cambia riscuotere l’assegno previdenziale qualche giorno dopo.

Diamo qualche numero. I pensionati sotto i mille euro sono più di 7 milioni (oltre il 40% del totale), molti prendono circa 500 euro. Pensate cosa significa aspettare quasi una settimana in più. Oltre alla questione monetaria, si tratta di una vera e propria violenza psicologica che lo Stato ha inflitto ai nostri anziani.

L’Inps se la prende comoda nel pagare, ma è di una precisione certosina quando si tratta di riscuotere dai contribuenti. Provate a pagare l’Inps con un giorno di ritardo e vi ritroverete sanzionati senza pietà (30% del contributo pagato in ritardo e interessi di mora a discrezione dell’Inps).

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Corea del Nord ultime notizie
Corea del Nord lancia bomba nucleare. Terremoto 5.1. Allarme Onu

COREA DEL NORD ULTIME NOTIZIE (6 GENNAIO 2015) - L'annuncio arriva dalla tv nordcoreana KRT:...

Chiudi