Pensioni novità Renzi

Pensioni ultime notizie: esenzioni, le novità del governo Renzi

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (14 DICEMBRE 2015) – Torniamo a parlare delle novità del governo Renzi sulla no tax area.

Per i non anglofoni, si tratta dell’esenzione fiscale per i pensionati più poveri.

L’intenzione della legge di Stabilità del governo Renzi era quella di estendere l’importo annuale non tassabile soltanto nel 2017.

Un emendamento dell’esecutivo è stato proposito in Commissione Bilancio alla Camera, poco prima dell’arrivo della finanziaria in Aula.

pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie (14 dicembre 2015): emendamento del governo Renzi anticiperebbe l’estensione della no tax area

Prima novità: se l’emendamento andasse in porto, il provvedimento sarebbe anticipato al 2016.

Seconda novità: per gli over 75 la no tax area non aumenterebbe a 7.750 euro, bensì a 8.000 euro.

Manca purtroppo una norma che neutralizzi la perequazione sulle pensioni del 2016 e quindi, come abbiamo già spiegato nelle nostre ultime notizie sulle pensioni, dobbiamo attenderci dei piccoli tagli sui trattamenti pensionistici a partire da gennaio 2016.

L’estensione della no tax area già nel 2016 sarebbe comunque un’ottima novità per i pensionati più poveri, forse la prima idea del governo Renzi a favore dei cittadini e non di banche, grandi industrie e finanza.

Pensioni ultime notizie (14 dicembre 2015): resta il flop sulla flessibilità in uscita

Il problema della legge di Stabilità del governo Renzi, sul fronte pensioni, resta comunque enorme: il fallimento sulla flessibilità in uscita condanna i giovani a restare fuori dal mercato del lavoro e i lavoratori anziani a continuare a timbrare il cartellino fino alla soglia dei 70 anni.

Tutti effetti della riforma Fornero (ex ministro che ha persino l’ardire di bacchettare i trentenni dicendo loro di andare a lavorare e di non lamentarsi per le pensioni misere che li attendono…).

Purtroppo Renzi ha preferito la trovata propagandistica del bonus di 500 euro ai neo-diciottenni, piuttosto che fare qualcosa di serio e concreto per il futuro dei nostri giovani, destinati a una vita da precari e una vecchiaia da poveri.

A meno che gli italiani non capiscano che è il momento di cambiare gestione, si intende.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
“Ho Luigi sulla coscienza, avevamo ordine di convincere clienti”

"Non mi perdonerò mai di aver tradito chi credeva in me. E alla luce della...

Chiudi