pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie: flessibilità, Renzi fallisce di nuovo

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (4 FEBBRAIO 2016) – Dopo le ultimissime news sul governo Renzi, oggi torniamo al tema flessibilità in uscita.

Riassunto delle puntate precedenti: per mesi si è attesa una riforma pensioni dal governo Renzi o quantomeno una serie di misure per facilitare l’uscita dal mondo del lavoro di dipendenti e autonomi anziani.

Motivo: i requisiti eccessivamente rigidi della riforma Fornero hanno contribuito a un aumento spaventoso della disoccupazione giovanile, aggravata dall’impossibilità di andare in pensione prima dei 67 anni stabiliti dalla legge Fornero (a dispetto della condizione di tanti lavoratori precoci con 40 e più anni di contributi versati).

pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie (4 febbraio 2016): doppio fallimento di Renzi sulla flessibilità

A settembre 2015, dopo tante notizie e novità contrastanti sul futuro delle pensioni, Renzi annuncia che ci sarà qualcosa del genere nella legge di Stabilità, anche se “a somma zero” per lo Stato.

Non passa neanche un mese e nella prima metà di ottobre 2015 Renzi spiega che non hanno trovato la quadra.

E si giustifica così:“In passato si sono combinati dei danni giocando sulla pelle delle persone e si pagano ancora oggi le conseguenze che ammontano a qualche decina di miliardi di euro. Adesso preferisco aspettare tre mesi e prima di intervenire, vogliamo ascoltare quella fascia di persone in procinto di andare in pensione, anche per avere una stima di quante sono”.

Di mesi ne sono passati quasi quattro e tutto tace sul fronte della flessibilità pensioni: l’ennesimo annuncio di Matteo Renzi non mantenuto, stavolta doppiamente sullo stesso problema.

Pensioni ultime notizie (4 febbraio 2016): l’Europa sta per disarcionare Renzi e il suo governo?

Facciamoci poche illusioni: con le cattive notizie arrivate oggi sulle previsioni del Pil e del rapporto deficit/Pil, è chiaro che il governo Renzi non avrà lo spazio di manovra non solo per realizzare la flessibilità in uscita, ma neanche per inventarsi qualche “marchetta” elettorale per i pensionati e per i lavoratori anziani, com’è nel suo stile.

L’impressione è che dalle parti di Bruxelles si siano stancati dell’ex sindaco, molto bravo a fare da PR prima delle Europee 2014 per contrastare le forze politiche euroscettiche, ma ormai inutile per le misure lacrime e sangue che la Troika ci vuole imporre.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Mario Draghi
Draghi “complottista”: presidente BCE parla di cospirazione

Il Quantitative Easing ha fallito e Mario Draghi, presidente della BCE (Banca Centrale Europea) urla...

Chiudi