Pensioni ultime notizie: le mazzate di Renzi dopo le elezioni

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (2 FEBBRAIO 2016) – Dopo le news sulla nuova sentenza della Consulta in arrivo che fa tremare Renzi, oggi la sintesi delle novità in arrivo quest’anno.

Partiamo da questo fatto: il taglio indicizzazioni delle pensioni è prorogato dalla legge di Stabilità per altri due anni, quindi fino al 2018. La proroga è messa in essere attraverso una clausola di salvaguardia ed era già attiva dal 2014 per azione del governo Letta.

In parole semplici, si è verificata una riduzione del 45$ della rivalutazione sulle pensioni superiori a 6 volte il minimo (non parliamo di pensioni d’oro, ma di trattamenti pensionistici da 3.000 euro lordi al mese, quindi 1.850 euro netti).

C’è stato insomma una ‘rapina’ senza scasso, uno scippo silenzioso. Cosa ci farà Renzi con questi soldi? Primo punto, estendere la “no tax area” portandola a 8.000 euro lordi l’anno. Secondo punto, l’ennesima salvaguardia per gli esodati, a detta del governo Renzi l’ultima. Terzo punto, rinnovare l’opzione donna. Infine, il “part time” per l’uscita graduale dei lavoratori anziani con 63 anni di età anagrafica (ai quali verranno pagati gli ultimi tre anni di contributi dallo Stato, a livello teorico, mentre a livello pratico li paghiamo noi).

Niente da fare invece per la flessibilità in uscita dal lavoro.

pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie (2 febbraio 2016): dopo le Amministrative e il referendum costituzionale, facile prevedere nella prossima legge di Stabilità una mazzata fatale

A conti fatti, considerando anche la norma Fornero che ha bloccato le rivalutazioni delle pensioni superiori al triplo del minimo Inps, misura alla quale è seguito soltanto un rimborso pensioni estremamente parziale, si può dire che le pensioni medi e quelle medio-alte hanno perso una o due mensilità all’anno.

Ma il peggio arriverà a breve. La riforma pensioni 2016 del governo Renzi con ogni probabilità batterà di nuovo cassa ai pensionati.

L’anno è iniziato con un disegno di legge delega sul riordino delle prestazioni assistenziali, approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 gennaio 2016.

Si tratta di una delega sconfinata e vaghissima, in cui si nominano “altre prestazioni anche di natura previdenziale”, persino con interventi sui pensionati che risiedono all’estero (probabilmente in fuga dal fisco italiano) e sulle pensioni di reversibilità ai superstiti.

Pensioni ultime notizie (2 febbraio 2016): se vince il NO al referendum, Renzi va a casa. Se vince il SI’ e la fa franca, niente gli impedirà di spellarci vivi

E attenzione: se sentirete parlare di tagli alle pensioni d’oro, chiedetevi se si sta parlando di cifre nette o lorde, visto che è una differenza non da poco. Qui si rischia di far passare pensioni medie o medio-alte come pensioni d’oro e usarle come bancomat per finanziare le “marchette” elettorali di Renzi, propagandando poi le misure come dei tagli a dei privilegiati. Il governo Renzi potrebbe cercare quindi di confondere le acque accomunando dei diritti acquisiti in modo legittimo a dei privilegi vergognosi.

Ma quando è lecito aspettarsi queste ‘mazzate’ da Matteo Renzi? Sicuramente non prima delle Amministrative 2016 di maggio e probabilmente non prima del referendum costituzionale di ottobre, al quale Matteo Renzi ha legato il suo destino politico. La nostra scommessa è che il nuovo prelievo forzoso arriverà, in caso di vittoria del SI’ al referendum, proprio nella prossima legge di Stabilità. Cioè appena dopo averla fatta franca alle urne e abbastanza lontano dalle prossime elezioni Politiche nel 2018. Uno scenario perfettamente realistico e coerente con la furbizia democristiana e con la politica dei “bonus” mostrate fino a oggi da Renzi.

Aspettiamoci quindi una valanga di disinformazione, di sofismi e tecnicismi burocratici, di strumentalizzazioni e inganni semantici: il governo Renzi le tenterà tutte per farci credere che sta facendo tutto per il bene del Paese, per il ricambio generazionale nel mondo del lavoro, eccetera eccetera.

 

 

Commenti

Check Also

pensioni ultime novità oggi

Pensioni ultime novità oggi: l’acqua scarseggia, la papera non galleggia

PENSIONI ULTIME NOVITA’ OGGI (13 AGOSTO 2016) – Proprio ieri, nell’intervista di Tommaso Nannicini al …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali
Ultimi sondaggi politici elettorali: 2 febbraio 2016, M5S vince contro tutti

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (2 FEBBRAIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di Scenari...

Chiudi