Pensioni ultime notizie governo Renzi

Pensioni ultime notizie: non solo reversibilità, ci sono altri guai

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (17 FEBBRAIO 2016) – Dopo le ultimissime sulla reversibilità, oggi ci dedichiamo a un passaggio del cosiddetto ddl Povertà. Prima domanda: le pensioni di reversibilità verranno toccate oppure no? Dopo il panico seminato dalle denunce dei sindacati e dei primi articoli sulla spinosa questione, la faccenda è sbarcata su talk show politici come Ballarò e Di Martedì, trasmissioni in cui sono stati mandati personaggi della maggioranza come Taddei e Zanetti per smentire tutto (e qualche ora prima c’era stata sui social anche la smentita del ministro del Lavoro Giuliano Poletti).

Purtroppo per noi, le suddette smentite si infrangono contro quello che c’è scritto nero su bianco nella “Delega al governo per il contrasto alla povertà, il riordino delle prestazioni e il sistema degli interveniti dei servizi sociali”. Le ultime notizie sulle pensioni di reversibilità non sono campate in aria: nel testo si parla infatti di “razionalizzazione” (un inganno linguistico dietro cui si nasconde la sostanziale intenzione di tagliare) di “prestazioni anche di natura previdenziale, sottoposte alla prova dei mezzi”, con eccezione “per le prestazioni legate alla condizione di disabilità e invalidità del beneficiario”.

In questa categoria di prestazioni rientrano, oltre alle pensioni di reversibilità:

– le integrazioni al minimo
– gli assegni sociali
– la maggiorazione sociale del minimo
– gli assegni per il nucleo familiare con tre o più figli minori.

Pensioni ultime notizie governo Renzi

Pensioni ultime notizie (17 febbraio 2016): contro le smentite di Poletti, Taddei e Zanetti, c’è la carta che canta. Le preoccupazioni sul decreto in arrivo sono fondate

I motivi di preoccupazione sono dunque più che fondati (e sono stati evidenziati anche da esponenti dello stesso Pd, come Cesare Damiano), anche se gli effetti del decreto legge (con la suddetta delega, il governo Renzi si è impegnato a emanare un DL entro sei mesi) non saranno retroattivi, quindi non saranno validi per i trattamenti pensionistici già in essere.

Detto questo, nelle nostre news sulle pensioni di oggi vogliamo sottolineare un ulteriore aspetto di cui nessuno (per quanto ne sappiamo) ha discusso.

Screenshot_30

Già: scappare all’estero, come stanno facendo tanti pensionati, potrebbe non bastare più per salvarvi. Il governo Renzi vuole inseguirvi anche in Bulgaria, in Portogallo, in Sud America o dovunque decidiate di andare per poter vivere più dignitosamente con la vostra pensione: la “razionalizzazione” includerà anche “gli interventi rivolti all’estero”. Chi segue le ultime notizie sulle pensioni non ne sarà particolarmente stupito, visto che già Tito Boeri, presidente Inps, aveva chiesto qualcosa del genere.

Pensioni ultime notizie (17 febbraio 2016): quanto durerà l’apparente passo indietro del governo Renzi sulla reversibilità?

Per quanto riguarda le pensioni di reversibilità, la nostra impressione è che il governo Renzi ci abbia “provato”, per poi tornare indietro sui suoi passi per il polverone mediatico che si è sollevato. Ma il dietrofront del governo Renzi, a nostro parere, è soltanto momentaneo: se supereranno indenni le Amministrative 2016 e se vinceranno il referendum costituzionale a ottobre, state certi che non avranno più paura di nulla, sicuri di poter tirare dritto fino al 2018.

ps. molti di voi l’avranno già capito, queste novità sulle pensioni vengono dettate direttamente dall’Ue e sono simili a quelle imposte sulla Grecia: la missione è distruggere lo stato sociale e la classe media, creando una società con pochi ricchi privilegiati e molti poveri senza diritti, sostentati da misere elemosine di Stato. (Articolo aggiornato alle ore 16.04)

Per oggi è tutto con le nostre news sulle pensioni: potete seguire le prossime notizie e anticipazioni ogni giorno iscrivendovi al canale Telegram di newspedia.it.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Tassa sugli ascensori, in arrivo mazzata più pesante della TASI

La coperta è corta, si sa, e il Governo della riduzione del carico fiscale, della...

Chiudi