pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie: o andate in esilio o vi arrangiate

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (3 MAGGIO 2016) – Torniamo a parlare di buste arancioni, ma non solo.

Inviate a 150.000 lavoratori, le buste arancioni sono state foriere di cattive notizie: la maggior parte di chi le ha ricevute ha scoperto  un futuro pensionistico inferiore alle aspettative.

Sia per la data di abbandono del lavoro (è chiaro che gli attuali trentenni e quarantenni difficilmente vedranno le loro pensioni prima dei 70 anni), sia per l’esiguità dell’assegno Inps in arrivo, in certi casi pari appena alla metà dell’ultimo stipendio percepito.

pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie (3 maggio 2016): o l’integrativa fai da te, oppure l’esilio

Cosa ci stanno mandando a dire l’Inps e il governo Renzi? Considerando la notevole mole di news sui pensionati in fuga all’estero e sulla possibilità di racimolare delle pensioni integrative presso enti privati come banche e assicurazioni, il messaggio sembra forte e chiaro.

Cari lavoratori italiani, chi può ci pensi per tempo e inizi a risparmiare ogni mese qualcosina per accantonare una pensione privata da addizione a quella Inps. In poche parole, arrangiatevi, lo Stato non ce la fa più a erogare pensioni sufficienti a una vita dignitosa.

E chi guadagna così poco da non riuscire a mettere insieme un fondo privato? Non gli resta che l’esilio, cioè andare a vivere all’estero in un paese in cui 500-600 euro di pensione siano sufficienti a sopravvivere.

Pensioni ultime notizie (3 maggio 2016): non c’è spazio di manovra per bonus sull’assegno Inps, i vaghi annunci di Renzi non sono credibili

Un avvertimento per il 2016: siamo piuttosto convinti che, prima del referendum costituzionale, Matteo Renzi si giocherà la carta degli 80 euro ai pensionati… naturalmente da riscuotere solo in caso di vittoria del SI’ al referendum confermativo, altrimenti insieme al governo salta anche il regalino!

La realtà dei numeri ci dice però che il governo Renzi non ha spazio di manovra per una misura del genere (come ha dimostrato il rimborso pensioni solo parziale, sul quale fra l’altro incombe una sentenza in arrivo), nel DEF (Documento di Economia e Finanza) non è previsto niente del genere e l’Europa è stata chiarissima: la riforma Fornero non si tocca, bisogna andare avanti con la riduzione della spesa pubblica e, di conseguenza, con il contenimento della spesa previdenziale.

L’unica speranza per le nostre pensioni è mandare  a casa il governo Renzi ed eleggere qualcuno in grado di dire no agli ordini che piovono da Bruxelles.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali Pd
Ultimi sondaggi politici elettorali: 3 maggio 2016, Pd nel precipizio, M5S cresce

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (3 MAGGIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di Ipsos,...

Chiudi