pensioni ultime notizie oggi

Pensioni ultime notizie oggi: altri inganni della propaganda, attenzione

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (OGGI 16 LUGLIO 2016) – Dopo aver esaminato il rapporto fra referendum costituzionale e pensioni, oggi facciamo il punto della situazione sulle novità del governo Renzi per la nostra previdenza sociale.

Facendo un passo indietro, chi segue le ultime notizie sulle pensioni sa bene che da mesi, se non da anni, i due temi fondamentali per la riforma (o meglio, la controriforma della Legge Fornero) sono i guai provocati dal governo Monti e il bisogno di una maggiore flessibilità in uscita.

Primo punto: con la Riforma Fornero (e con un’altra norma a lei legata) i lavoratori anziani (i precoci in particolare) si sono visti allontanare la pensione di 5-6 anni in un solo colpo. Non solo: il blocco della rivalutazione delle pensioni (bocciato dalla storica sentenza della Corte Costituzionale) ha tolto circa una ventina di miliardi ai pensioni con trattamenti pensionistici superiori al triplo del minimo Inps.

pensioni ultime notizie oggi

Pensioni ultime notizie oggi (16 luglio 2016): l’inefficacia del governo Renzi sul tema rimborso e sulle modifiche alla riforma

Purtroppo, su entrambe le questioni il governo Renzi non ha saputo proporre novità sostanziali. Il rimborso pensioni è stato estremamente parziale (e in molti non si sono arresi presentando il ricorso per ottenerlo integralmente)

E sulla flessibilità in uscita, cosa ha messo sul tavolo il governo Renzi? Per i lavoratori precoci, oggi si parla di un “bonus” contributivo per ogni anno di lavoro svolto durante la minore età, quindi fra i 14 e i 18 anni (verrebbero comunque riconosciuti soltanto 4-6 mesi).

Altro miraggio è quello di un freno all’aumento progressivo dell’età pensionabile a partire dal 2019: la storia dell’aspettativa di vita in aumento inizia a funzionare poco, visto che la mortalità in Italia non pare essere in diminuzione (e, con i continui tagli alla sanità pubblica, arrivare alla pensione e godersela per più di qualche mese diventerà un miracolo).

Pensioni ultime notizie oggi (16 luglio 2016): poche novità improvvisate e parziali, gonfiate dalla propaganda per il Sì al referendum di ottobre

E sulla flessibilità in uscita, cosa ha messo sul tavolo il governo Renzi? Per i lavoratori precoci, oggi si parla di un “bonus” contributivo per ogni anno di lavoro svolto durante la minore età, quindi fra i 14 e i 18 anni (verrebbero comunque riconosciuti soltanto 4-6 mesi).

Altro miraggio è quello di un freno all’aumento progressivo dell’età pensionabile a partire dal 2019: la storia dell’aspettativa di vita in aumento inizia a funzionare poco, visto che la mortalità in Italia non pare essere in diminuzione (e, con i continui tagli alla sanità pubblica, arrivare alla pensione e godersela per più di qualche mese diventerà un miracolo).

E ci sono poi le pensioni anticipate per i quota 41, cioè per i lavoratori arrivati a 41 anni di contributi: in poche parole, arrivati a quota 41 si va in pensione e basta, senza dover soddisfare alcun requisito anagrafico.

Esodati: per l’ennesima volta, si parla di una salvaguardia che dovrebbe essere l’ultima, quella definitiva.

No tax area: altra novità possibile sulle pensioni è quella di estendere la no tax area ai pensionati di qualsiasi età (oggi per l’esenzione fiscale non basta avere un reddito basso, bisogna anche aver compiuto il 75esimo anno di età)

Insomma, dopo due anni e mezzo di nulla, il governo Renzi sembra essersi svegliato sul tema pensioni, abbassandosi addirittura al confronto con i sindacati.

Il tempismo è sospetto: a ottobre arriva il referendum fatidico sulla riforma costituzionale ed è chiaro quindi che Renzi, Premier famigerato per la sua inclinazione agli annunci e agli impegni irrealizzati seriali, sia oggi disposto a promettere di tutto sulle pensioni pur di ottenere il voto dei nostri anziani.

A parte questa considerazione, va notato come gli interventi in programma (i quali potrebbero restare tutti lettera morta, come siamo abituati), siano piccolezze, cerotti appiccati su un malato di cancro, provvedimenti settoriali che interesserebbero solo categorie piuttosto circoscritte (a parte la quota 41, sulla quale non ci faremmo alcuna illusione: da troppo tempo si favoleggia su qualcosa del genere).

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
trump Pokemon GO
Donald Trump e Pokemon GO: video geniale per trollare la Clinton

Cosa c'entra Pokemon GO con Donald Trump, Hillary Clinton e la lunga campagna elettorale per...

Chiudi