pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie: privilegi politici, le novità da uno studio

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (25 FEBBRAIO 2016) – Dopo le news su reversibilità e pensionati all’estero, oggi parliamo di pensioni d’oro.

Iniziamo con un numero: in Italia le pensioni d’oro, fra politici e non, sono circa 30.000. Se c’è un’istituzione incrollabile in Italia, questa è proprio la figura del pensionato d’oro, sopravvissuto al passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica, mai scalfito dalle riforme previdenziali degli ultimi decenni.

Chi sono questi pensionati d’oro?

Si parte dai dipendenti della Regione Sicilia, passando per il personale della presidenza della Repubblica, fino naturalmente agli ex deputati, ex senatori ed ex consiglieri regionali.

Ci sono poi i dipendenti della Consulta e ovviamente gli ex giudici della Corte Costituzionale.

pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie (25 febbraio 2016): chi sono i pensionati d’oro?

Ma a quanto ammontano le famigerate pensioni d’oro, anche note come “diritti acquisiti”? Si tratta di trattamenti pensionistici che vanno dai 40.000 ai 200.000 euro all’anno: di più è difficile dire, visto che le pensioni d’oro sono tutt’altro che trasparenti, a dispetto di una legge ormai vecchia di 12 anni, secondo la quale i dati dovrebbero essere tutti resi noti al Casellario centrale della previdenza.

Legge che però è rimasta soltanto sulla carta, visto che il principio dell’autodichia per Camera e Senato e lo statuto speciale della Sicilia si oppongono.

Le ultime notizie sulle pensioni arrivano da centro studi di Itinerari previdenziali, di cui è presidente Alberto Brambilla, ha comunque cercato di misurare il fenomeno delle pensioni d’oro in Italia.

Brambilla, esperto di pensioni, ha sottolineato la difficoltà nel reperire dati relativi alle pensioni d’oro, compreso il rapporto fra contributi versati e assegni pensionistici percepiti.

Pensioni ultime notizie (25 febbraio 2016): un mondo a parte in cui non c’è l’Inps. Ecco quanto prende chi ce l’ha doro

Notate bene: Camera, Senato e Regione Sicilia non hanno a che fare con l’Inps, perché seguono regole previdenziali speciali, votate e approvate dagli stessi deputati, senatori e parlamentari siciliani (in Sicilia i consiglieri regionali vengono definiti parlamentari).

Per farla breve, si fanno le leggi per loro stessi come meglio preferiscono, mentre i comuni mortali sono vessati dalle regole di ferro della riforma Fornero.

I dati sulle pensioni d’oro non vengono comunicati inoltre dalla Corte Costituzionale, dalla Presidenza della Repubblica, dalle Regioni a statuto ordinario e speciale, nonché dal Fondo agenti marittimi ed aerei.

Quanto ci costano queste circa 30.000 pensioni d’oro? Si parla di un miliardo e mezzo all’anno.

Un pensionato della Regione Sicilia prende 3.338 euro al mese, un ex giudice costituzionale 16.666 euro, un ex dipendente del Parlamento 4.583 euro.

Un ultimo dato: le pensioni medie dei dipendenti statali ammontano a 26.000 euro l’anno, mentre quelle dei dipendenti privato si assestano a meno della metà (12.500).

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Unioni civili, i gay sono stupidi quanto gli eterosessuali (cfr. Cipolla)

Le leggi fondamentali della stupidità (http://www.giovis.com/cipolla.htm) di Carlo M. Cipolla trovano una nuova conferma: la...

Chiudi