quota-quarantuno

Pensioni ultime notizie Quota 41 e Ape: attenzione, ora sono ammesse nuove categorie

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (16 GIUGNO 2017) – QUOTA 41 E APE, NUOVE CATEGORIE AMMESSE

Dopo le news sull’aumento della quattordicesima, oggi arrivano novità rilevanti anche su quota 41 e anticipo pensionistico.

Sia per i lavoratori precoci che per l’anticipo pensionistico in versione sociale, c’è da segnalare un’estensione degli aventi diritto. Entrano fra le categorie ammesse alle due forme di pensioni anticipate, inserite nell’ultima legge di bilancio del governo Renzi, anche gli invalidi dal 46% al 74% e gli emofiliaci.

L’approvazione giunta in seguito alla presentazione del l’ordine del giorno da parte dell’onorevole Favero.

La misura è collegata alle coperture economiche indicate nella manovra correttiva di recentissima approvazione, quel 3,4 miliardi che l’Italia è stata costretta dall’Europa a recuperare in qualche maniera.

Si tratta di ultimissime notizie sicuramente gradite, visto quanto poco si è fatto per la flessibilità in uscita.

Sarebbe stato inoltre specificato che i fondi per le pensioni non saranno utilizzate in futuro per il salvataggio delle banche.

AGGIORNAMENTO, PRECISAZIONE DELLA SEN. FAVERO

Pensioni ultime notizie, 16 giugno 2017: quota 41 e Ape, si allargano le maglie per malati e invalidi

Le pensioni anticipate con l’ape social saranno possibile per i lavoratori precoci anche nel caso in cui si sia verificata, nel corso della carriera lavorativa, un’interruzione del lavoro. Si tratta di un punto non trascurabile per i lavoratori nel campo edile, tradizionalmente contraddistinto da una marcata discontinuità occupazionale.

Il parametro da rispettare è quello di aver lavorato non meno di 5 anni degli ultimi sei anni di contributi versati.

oratori precoci addetti alle mansioni gravose potranno uscire con l’Ape social anche in casi d’interruzione del lavoro. Requisito è l’aver lavorato per almeno 5 degli ultimi 6 anni contributivi. In un primo momento c’era stata l’inclusione solo degli invalidi oltre il 74%. Ma dopo l’odg dell’onorevole Favero la platea si è ampliata. Infatti ci sarà la possibilità di richiedere la pensione anticipata per gli invalidi dal 46% in poi e i malati di emofilia.

Le nuove pensioni anticipate tengono dunque conto dei problemi legati a questa serie di patologie, che per ovvi motivi non possono essere equiparate a quella di lavoratore in normali condizioni di salute.

Check Also

ultime notizie pensioni Boeri

Pensioni ultime novità da Boeri: allarme sulla “anomalia” di chi è fuggito all’estero

PENSIONI ULTIME NOVITA’ (19 LUGLIO 2017) – IL PRESIDENTE INPS LANCIA ALLARME SUI PENSIONATI ALL’ESTERO …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
C-WEB
Famiglia senza casa vive in tenda. E i vigili arrivano a fare questo

PESCARA, SITUAZIONE PARADOSSALE PER FAMIGLIA RIMASTA SENZA CASA La famiglia di 5 persone direi quasi...

Chiudi