pensioni ultime novità precoci quota 41

Pensioni ultime notizie Quota 41: ecco quali lavoratori precoci ne hanno diritto

Dopo la proposta di Silvio Berlusconi sulle pensioni minime, oggi parliamo di Quota 41 e lavoratori precoci.

Non è una notizia dell’ultima ora che la riforma Fornero abbia messo i bastoni fra le ruote a tantissimi lavoratori che si sono visti spostare la data di pensionamento sotto al naso.

Con questa misura per le nuove pensioni anticipate, inserita nell’ultima legge di Bilancio, si apre un piccolo spiraglio per qualcuno, cioè per i lavoratori precoci in condizioni disagiate che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età.

Avrete già capito che questa versione ridotta della Quota 41, che tutti volevano senza se e senza ma, è davvero ridotta.

Attenzione: in seguito agli adeguamenti alla speranza di vita Istat, dal 1° gennaio 2019 serviranno 4-5 mesi in più per poter andare in pensione in questo modo.

quota 41

Pensioni ultime notizie Quota 41 (24 marzo 2017): le condizioni extra per accedere all’anticipata dedicata ai lavoratori precoci

Oltre ai 41 anni di contributi, oltre all’anno versato prima del diciannovesimo anno di età, bisognerà infatti essere inquadrati in una delle seguenti situazioni di disagio per accedere agli anticipi sulle pensioni:

1) lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione a seguito di cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell’ambito della procedura di conciliazione obbligatoria (ex art. 7, della legge 604/1966), hanno concluso integralmente la prestazione per la disoccupazione loro spettante da almeno tre mesi.

2) lavoratori dipendenti o autonomi che assistono, al momento della richiesta e da almeno 6 mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità ai sensi dell’art. 3, co. 3 della legge 104/1992.

3) lavoratori dipendenti o autonomi con una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74%.

4) lavoratori dipendenti compresi nelle undici professioni sotto indicate che svolgono, al momento del pensionamento, da almeno sei anni in via continuativa attività lavorative per le quali è richiesto un impegno tale da rendere particolarmente difficoltoso e rischioso il loro svolgimento in modo continuativo oppure siano lavoratori dipendenti addetti a mansioni usuranti o a lavoratori notturni come già individuati dal Dlgs 67/2011 (si veda: lavori usuranti).

Check Also

pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie sulle minime: novità bomba, 650 euro con 20 anni di contributi

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (18 LUGLIO 2017) – L’IDEA DI PATRIARCA (PD), MINIME A 650 EURO …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
sondaggi politici elettorali Renzi
Ultimi sondaggi elettorali: M5S straccia il PD, numeri impressionanti

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (24 MARZO 2017) - M5S PRIMA FORZA POLITICA, PD NELLO SPROFONDO...

Chiudi