Pensioni ultime notizie: Renzi obbedisce all’Ue, riforma Fornero intoccabile

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (26 GENNAIO 2016) – Dopo le ultimissime sui vitalizi dei parlamentari, oggi torniamo a parlare di riforma Fornero.

Nell’ultima legge di Stabilità 2016 del governo Renzi non c’è nulla che vada a modificare la legge più odiata dagli italiani, quella riforma firmata governo Monti che ha allontanato di anni e anni la possibilità di andare in pensione per milioni di italiani.

Senza poi considerare il pasticciaccio degli esodati (ancora da risolvere, vedremo come andrà l’ennesima salvaguardia) e il latrocinio sulle pensioni superiori al triplo del minimo Inps, rimborsate soltanto in minima parte (roba da vergognarsi, appena il 12% di media) dal governo Renzi.

Renzi ha tranquillizzato tutti, prendendosi qualche mese di tempo per riflettere su una nuova riforma pensioni, in modo tale da poterci riflettere bene ed evitare gli errori del passato. Ma sono tutte frottole: la verità è che la riforma Fornero (simile a quelle approvate in altre nazioni d’Europa, come la Polonia) è stata voluta dall’Unione Europea… e proprio nelle ultimissime notizie l’Ue ha ribadito l’intoccabilità delle riforme pensionistiche.

pensioni ultime notizie renzi fornero

Pensioni ultime notizie (26 gennaio 2016): Renzi si è piegato all’Ue lasciando la riforma Fornero così com’è

L’Ue ha infatti sottolineato che i conti pubblici dell’Italia destano alcune preoccupazioni, ma sul “lungo periodo” non dovrebbero esserci “rischi di sostenibilità“… a patto che non si tocchino le riforme fatte in passato (cioè “supponendo la piena attuazione delle riforme pensionistiche adottate in passato e a condizione del mantenimento della bilancia strutturale primaria al livello previsto dalla Commissione per il 2017 (2,5% del pil) ben oltre quell’anno“. E’ necessaria cioè “una forte determinazione nel miglioramento della posizione di bilancio”… che tradotto significa più tasse e meno servizi pubblici).

Pensioni ultime notizie (26 gennaio 2016): non vedremo mai una buona riforma senza un governo davvero anti-Troika

Insomma, Renzi fa la voce grossa con Juncker sperando di recuperare qualche punto nei sondaggi (l’arroganza dell’Ue e personaggi come Juncker sono odiatissimi dall’opinione pubblica italiana), ma poi nei fatti segue pedissequamente i diktat che piovono da Bruxelles: la riforma Fornero non si tocca e continueremo a vedere le nostre pensioni con il binocolo.

L’età pensionabile, sempre per effetto della riforma Fornero, già nel 2016 è aumentata e la previsione è che nei prossimi decenni arriverà a toccare i 70 anni. Così è e così sarà se non ci libereremo di questo governo e non metteremo alla guida dell’Italia qualcuno che non sia schiavo dell’Ue.

Commenti

Redazione online

*

*

Top Privacy Policy
Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali
Ultimi sondaggi politici elettorali: 26 gennaio 2016, M5S imbattibile al ballottaggio

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (26 GENNAIO 2016) - Torniamo alle...

Chiudi