pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie: sindacati pretendono novità su Fornero

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (20 DICEMBRE 2015) – Dopo le novità sui pagamenti a gennaio 2016, oggi parliamo di sindacati e riforma Fornero.

Dopo il fallimento del governo Renzi sulla flessibilità in uscita, annunciata ma non realizzata nella legge di Stabilità, i sindacati fanno la voce grossa e annunciano uno sciopero generale se entro gennaio non arriveranno novità sostanziali per modificare la riforma Fornero.

I rigidi requisiti pensionistici della legge sulle pensioni del governo Monti hanno letteralmente paralizzato il ricambio generazionale nel mondo del lavoro, alimentando il paradosso di un Paese in cui i giovani non riescono a trovare lavoro mentre i lavoratori anziani non riescono ad andare in pensione.

pensioni ultime notizie Renzi

Pensioni ultime notizie (20 dicembre 2015): i sindacati abbaiano alla Luna, con Renzi non cambierà mai la Riforma Fornero

Cgil, Cisl e Uil chiedono dunque al governo Renzi, che si era riservato di riflettere meglio sul nodo pensioni in modo tale da evitare erroracci analoghi a quelli commessi nel passato, di tirare fuori dal cappello la soluzione. Persino l’ex ministro Elsa Fornero si è convinta del fatto che la sua riforma vada cambiata, le opposizioni lo chiedono a gran voce, così come tutti gli italiani o quasi, ma il governo Renzi per il momento non ha fatto nulla a riguardo.

E c’è da credere, visto che il ministro dell’Economia Padoan ha blindato la ‘cruciale’ riforma Fornero, che anche in futuro la riforma Fornero resterà intoccabile.

Pensioni ultime notizie (20 dicembre 2015): solo un ‘cambio di gestione’ può salvarci dalla Fornero

I sindacati chiedono di essere convocati dal governo Renzi, ma dovrebbero ben sapere che l’esecutivo renziano è prono ai diktat della Troika (tranne quando finge di prendersela con la Merkele per distrarre l’attenzione dell’opinione pubblica dal conflitto di interessi della sua amata Maria Elena Boschi sul caso Banca Etruria…).

Quello che è successo in Italia con le pensioni è simile a quanto visto, per esempio, in Polonia, con la riforma pensioni del 2012, quando il primo ministro Donald Tusk alzò l’età pensionabile a 67 anni. Indovinate un po’? Tusk è stato poi premiato con una bella poltrona, diventando Presidente del Consiglio europeo.

In altre parole, l’unica possibilità di vedere modifiche sostanziali nella riforma Fornero è quella di mandare al governo una forza politica non serva di Ue, Bce ed Fmi. Finché c’è Renzi, non c’è speranza.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
pensioni ultime notizie Renzi
Bonus 80 euro? Alle famiglie messe meglio. E i poveri sempre più poveri

Un approfondimento del Fatto Quotidiano punto il microscopio sul celebre bonus di 80 euro firmato...

Chiudi