primarie pdl Alfano

Primarie Pdl: l’elogio al centrosinistra firmato Alfano

PRIMARIE PDL – Alfano vuole le primarie nel Pdl. A ogni costo. Angelino è pronto anche a tessere le lodi del centrosinistra, se occorre. Inopinato, giunge l’elogio al centrosinistra da parte di Alfano:”(La sinistra ndr) ha saputo rilanciarsi dialogando con il suo elettorato”. Lo ha detto Angelino Alfano, segretario Pdl, in una nota diretta ai Democratici Cristiani di Giovanardi.

Alfano ha sottolineato la necessità di “recuperare la nostra forza con un programma capace di battere la sinistra e restituire all’Italia un’autentica dialettica democratica”.

ALFANO E LA DISFATTA DEL PDL – Il segretario Pdl ha ammesso la posizione di netto svantaggio del Pdl nei confronti del centrosinistra:”Molteplici fattori hanno ridotto la nostra capacità di forza sull’elettorato. Ma la risposta non è quella di dividere ciò che è stato faticosamente unito, condannandoci tutti alla irrilevanza davanti ad una sinistra che ha saputo rilanciarsi dialogando con il suo elettorato”.

“Molteplici fattori – continua il mea culpa di Alfano – hanno successivamente ridotto in misura sensibile la nostra capacità di forza sull’elettorato. Ma la risposta non è quella di dividere ciò che é stato faticosamente unito, condannandoci tutti alla irrilevanza davanti ad una sinistra che ha saputo rilanciarsi dialogando con il suo elettorato”.

“L’obiettivo deve essere quello – ha specificato Alfano – di recuperare la nostra forza con un programma capace di battere la sinistra e restituire alla nostra Italia un’autentica dialettica democratica, che superi definitivamente la parentesi emergenziale di un governo tecnico che abbiamo generosamente appoggiato pensando di fare il bene dell’Italia, anche quando non eravamo pienamente convinti di numerose scelte”.

“Sono sicuro che, – ha concluso Alfano – se faremo tutto ciò, assieme – ha concluso – potremo vincere le prossime elezioni politiche e rimanendo al servizio del popolo Italiano”.

MARONI AD ALFANO SU ELECTION DAY – “Faccio una proposta ad Alfano, l’election day il 10 febbraio anticipando la scadenza della legislatura”. L’invito ad Alfano arriva da Roberto Maroni, segretario Lega Nord, in occasione di una convention del suo partito a Genova.

“Si può fare ad una condizione – ha precisato Maroni – che Alfano e il Pdl facciano cadere Monti dopo l’approvazione della legge di stabilità”.

Maroni fa così l’occhiolino ad Alfano, aprendo a un possibile ritorno di fiamma fra Lega e Pdl. Al modico prezzo della testa di Monti.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ballottaggio primarie PD affluenza
EXIT POLL: BERSANI 61.5%, RENZI 38.5%

BALLOTTAGGIO PRIMARIE PD - Risultati provvisori dell'affluenza al voto: avrebbe già votato 1 milione circa...

Chiudi