quando si vota come si vota elezioni politiche 2013

Quando e come si vota al Senato, Camera e Regionali: elezioni politiche 2013

Quando si vota e come si vota al Senato, alla Camera e alle Regionali: guida alle elezioni politiche 2013.

QUANDO SI VOTA – Si vota per le elezioni politiche 2013 nelle seguenti date: domenica 24 febbraio 2013 e luned’ 25 febbraio 2013. Orari: si vota dalle ore 8.00 alle ore 22.00 di domenica 24 febbraio 2013 e dalle ore 7.00 alle ore 15.00 di lunedì 25 febbraio 2013.

DOCUMENTI NECESSARI – Documento di riconoscimento valido e tessera elettorale.

COME SI VOTA AL SENATO E ALLA CAMERA – L’elettore esprime il suo voto con una ‘X’, indicando la sua lista prescelta. La legge elettorale in vigore in Italia (Legge Calderoli, detta Porcellum) non cosente di manifestare un “voto di preferenza”. Le liste dei candidati sono bloccate: l’ordine dei nomi dei candidati è stabilito a priori dai partiti, all’atto di depositare la lista.

Nel caso delle liste collegate in coalizione, il segno ‘X’ va tracciato solo sul contrassegno (cioè il simbolo) della lista che si desidera votare, non su tutta la coalizione.

Per quanto riguarda la ‘X’, non bisogna preoccuparsi di eventuali “strabordamenti” del segno: per la legge il voto ““si intende riferito al contrassegno su cui insiste la parte prevalente del segno stesso”

In Valle d’Aosta (Camera dei deputati) e in Trentino-Alto Adige (Camera dei deputati e Senato della Repubblica), l’elettore esprime il voto con una ‘X’ sul contrassegno del candidato prescelto.

COME SI VOTA ELEZIONI REGIONALI 2013 – Le date e gli orari per le elezioni regionali Lazio, Lombardia e Molise, sono i medesimi che per le elezioni politiche 2013.

Nelle suddette regioni, l’elettore disporrà di una terza scheda per scegliere il presidente della sua Regione. In questo caso, bisognerà tracciare un a ‘X’ sul nome del candidato O su uno dei simboli collegati alla lista regionale del candidato. E’ possibile votare anche i consiglieri, con una “X” sul simbolo della lista provinciale preferita e indicando il nome di uno dei candidati. Non è indispensabile indicare il voto di preferenza sui consiglieri.

Esiste la possibilità del voto disgiunto, votando per un candidato presidente e per una lista che non lo appoggia. Non è previsto il balottaggio, il turno è unico e l’elezione del presidente di Regione e del listino è diretta.

[SlideDeck2 id=42990 iframe=1]

 

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Angela Bruno
Angela Bruno: video Piazza Pulita, chiede scuse pubbliche a Berlusconi

ANGELA BRUNO - Video Piazza Pulita, puntata 18 febbraio 2013. Il buon Corrado Formigli, a...

Chiudi