quattordicesima INPS restituzione

Quattordicesima INPS: restituzione per 200.000 pensionati già poveri

quattordicesima INPS restituzione

Quattordicesima INPS: restituzione pensione per 200.000 pensionati. La conferma è ufficiale: 200mila pensionati INPS dovranno restituire la quattordicesima 2009. Tanto per far piovere sul bagnato, si tratta di pensionati nella fascia di reddito più misera, al limite della sopravvivenza. Ma l’INPS, implacabile, avrebbe comunque già preparato una lettera a ognuno di questi pensionati, che dovranno restituire cifre comprese fra 300 e 500 euro. Somme che a qualcuno possono non sembrare esorbitanti, ma che sono una mazzata per un pensionato in una fascia di reddito simile.

C’è almeno un motivo fondato per questa restituzione della quattordicesima INPS del 2009? Niente di tanto misterioso o complicato, a dire la verità. L’INPS si è semplicemente sbagliata e ha elargito nel 2009 circa 200.000 quattordicesime che non dovevano essere versate. L’INPS dà, l’INPS toglie: i soldi “regalati” a chi, secondo i rigidi parametri INPS, non ne aveva diritto, vanno ora restituiti.

Questa storiella della quattordicesima INPS del 2009 che torna alla base, frutterà ben 80 milioni di euro. Il recupero avverrà lento e inesorabile, uno stillicidio lungo 12 mesi. Esempio: una pensione di 400 euro, per 12 mesi diventerà di circa 360-370.

Questo dovrebbe essere il testo dell’apocalittico annuncio che piomberà su 200.000 italiani a ottobre:”Dall’analisi dei redditi relativi all’anno 2009 è risultato che Le è stata corrisposta una somma non dovuta. Siamo pertanto costretti a provvedere al recupero mediante trattenute mensili a partire da novembre 2012 per complessive 12 rate. Cordiali saluti”.

Il provvedimento non tange chi percepisce pensioni belle cicciotte, se non d’oro: la restituzione della quattordicesima 2009 interessa soltanto la fascia sotto i 650 euro lordi, cioè la più povera. La quattordicesima era stata infatti istituita dal governo Prodi nel 2007, proprio per dare una mano ai pensionati più poveri.

Secondo l’Inps, i dati di queste 200.000 dichiarazioni dei redditi sono sbagliati, poiché hanno dichiarato meno di quanto percepito in realtà. Errori in buona fede da parte di sbadati vecchietti? O calcoli furbetti per buscarsi la quattordicesima?

Carla Cantoni, segretario Spi-Cgil, non vuole far sconti all’INPS (che del resto non ne fa ai pensionati…) e ci va già duro:”L’Inps va avanti come un treno ma l’errore è stato loro. Non è accettabile che a pagare siano sempre gli ultimi. Dovevano verificare, prima di stabilire chi ha diritto alla quattordicesima e chi no. Per un anziano 400 euro in meno significano non fare la spesa per settimane. Se ne rendono conto?”.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali Renzi

Ultimi sondaggi politici elettorali: Pd mai così giù da anni, M5S cresce

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (13 FEBBRAIO 2018) – PD IN PICCHIATA, M5S PRIMO PARTITO Siamo …

One comment

  1. no comment…troppo schifosa per dirgliela pulita!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Uomini e donne anticipazioni
Uomini e donne anticipazioni: crisi fra Leonardo e Diletta, la verità

Uomini e donne anticipazioni: Leonardo e Diletta ancora insieme? Care amiche, c'eravamo lasciati con le...

Chiudi