Nuovo redditometro 2013: tutto quello che volevate sapere

NUOVO REDDITOMETRO 2013 – Il 4 gennaio 2013 tramite la Gazzetta Ufficiale, è stato ufficializzato il nuovo redditometro 2013, o anche accertamento sintetico di tipo induttivo. Per comodità continueremo a chiamarlo redditometro: questo strumento servirà allo Stato, in particolare all’agenzia delle entrate per combattere l’evasione fiscale. Con i lredditometro il Fisco potrà stimare il reddito pro capite del contribuente sulla base della comparazione fra spese fatte e reddito dichiarato a partire dal 2009 andando a pizzicare tutti coloro per i quali ci saranno delle incogruenze.

Redditometro: cosa è. La lotta agli evasori fiscali in questi ultimi anni si è fatta sempre più aspra, e per fortuna la Finanza ha beccato moltissimi evasori, ma aver vinto delle battaglie non significa aver vinto la guerra. E il redditometro potrà essere un’arma importante per poterla vincere, anche se in molti lo hanno ritenuto come anticostituzionale ogni onere della prova dell’accertamento grava maggiormente sul contribuente. Che significa questo? In poche parole, se un contribuente dovrebbe superare la soglia di anomalia del 20% (spese fatte in mancanza di un riferimento reddituale), toccherà a quest’ultimo doversi difendere e giustificare tale anomalia. Nel caso, potrà anche presentarsi in tribunale per far valere le proprie ragioni.

Redditometro: come funziona. Per tutti coloro che già vogliono provare questo strumento, è possbile andare nel sito dell’Agenzia delle Entrate e fare il REDDITEST. Intanto vi spieghiamo come funziona il redditometro: ogni spesa del nucleo familiare verrà considerata per accertare la congruità con il reddito ipotetico stabilito dall’Istat secondo una media dei valori di beni considerati a tale scopo e confrontato con il reddito dichiarato. Il problema è che il redditometro non tiene in cosiderazione tutte le spese familiari: ad esempio, comrparsi il giornale tutti i giorni la amttina o prendersi u ncaffè al bar, le polizze assicurative, la previdenza integrativa, le assicurazioni,i  viaggi all’estero e le pay-tv quindi sarà difficile riuscire ad avere dei dati veritieri ed elaborati per ogni singolo utente, che in caso di errore, dovrà anche vedersela con un giudice se non vorrà essere considerato un’evasore. Insomma, il redditometro è entrato in azione, staremo a vedere se si tratterà di un’asso della manica da parte del Fisco, o sarà l’ennessimo flop del governo.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Pallone d'oro Messi
Pallone d’oro Messi: poker di Leo, video goal più belli

QUARTO PALLONE D'ORO CONSECUTIVO A LEO MESSI Ormai sembra essere diventato una premiazione monotona, a...

Chiudi