maiorano

Renzi, testo denuncia per associazione a delinquere: dentro anche Carrai e Palumbo

Alessandro Maiorano, dopo l’attacco all’espulso M5S Massimo Artini, non è rimasto con le mani in mano e ha deciso di mettere a disposizione di alcuni giornalisti il testo della sua denuncia contro Matteo Renzi per associazione a delinquere (testo già noto, sostiene Maiorano, all’ex M5S Artini): un PDF di 50 pagine, nel quale spuntano anche i nomi dei renziani fedelissimi Marco Carrai e Giovanni Palumbo, quest’ultimo attuale capo della segreteria a Palazzo Chigi.

Maiorano è assistito dal noto avvocato Carlo Taormina e la denuncia contro l’ex sindaco di Firenze è molto fitta di date, numeri e dettagli. Da dove sono arrivati i soldi con cui Matteo Renzi ha costruito la sua personale macchina di propaganda, la serie di incontri alla ‘Leopolda’, quelle costosissime campagne elettorali bisognose di una imponente organizzazione?

Con questa domanda inizia la denuncia di Alessandro Maiorano e Carlo Taormina, presentata in tribunale a Roma lo scorso 1° Agosto. Il testo è articolato in 9 paragrafi: si va da Florence Multimedia (9 milioni di euro per promuovere l’immagine di Renzi) a Genio Fiorentino (7,5 milioni), fino alla questione della casa in Via Alfani 8 (abitata da Renzi, ma con affitto pagato da Carrai) e alle fatture di Luigi Lusi.

maiorano

Fra peculato, riciclaggio e corruzione, la denuncia contro il Presidente del Consiglio descrive un vero e proprio “Sistema Renzi”, tale da configurare un’associazione a delinquere nella quale sarebbero coinvolti anche Carrai e Palumbo.

Lo scorso agosto, Alessandro Maiorano raccontò di come un finto Alessandro Di Battista avesse cercato di carpirgli il testo della denuncia. In quell’occasione, il nemico numero uno di Renzi commentò così la situazione: “Qui iniziano a preoccuparsi sul serio. Tra i denunciati oltre a Renzi anche Carrai, Dini il proprietario del immobile di via Alfani a Firenze, Giovanni Palumbo attuale capo segreteria a Palazzo Chigi ex provincia, Alessandro Conticini altri tre soggetti ex funzionari della provincia, compreso il Ministero dell’economia e delle Finanze di Roma nelle persone che nel 2012 non hanno controllato le spese di Renzi per la Florence multimedia.”

Commenti

Check Also

pensioni ultime notizie riforma

Pensioni ultime notizie: le sei novità della “riforma”, si fa per dire

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (OGGI 26 SETTEMBRE 2016) – SEI NOVITA’ IN CAMPO PER LA “RIFORMA”  …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
m5sroma
#MafiaCapitale, minacce al #M5S

Era dietro l'angolo la possibilità di minacce per il M5S a Roma, in Campidoglio, dopo...

Chiudi