RICCHEZZA/ Uno su dieci ce la fa, ma poteva andare peggio

Metà della ricchezza italiana concentrata nelle mani del 10% dei cittadini, e nel frattempo la ricchezza media delle famiglie cala del 5.8%. Secondo le prime stime, nei primi sei mesi di quest’anno, la ricchezza delle famiglie italiane avrebbe subito un ulteriore tracollo, mezzo punto rispetto agli ultimi giorni del 2011.

A diramare questi dati è Bankitalia, nella sua “fotografia della ricchezza delle famiglie italiane nel 2011“. Nel mentre, a fine 2010, metà delle famiglie italiane aveva meno del 10% della ricchezza complessiva, un italiano su dieci si accaparrava invece metà del patrimonio.

Banca d’Italia avverte: “La distribuzione della ricchezza è caratterizzata da un elevatissimo grado di concentrazione. Molte famiglie detengono livelli modesti o addirittura nulli di ricchezza. Di contro, pochissime famiglie dispongono di un elevato livello di ricchezza”.

“Cinque anni fa, a fine 2007, da quando l’aggregato raggiunse il massimo valore di 9.150 miliardi di euro, ai prezzi del 2011, il calo è stato pari del 5.8%”. Il rapporto è chiaro, freddo, numerico, lapidario. Molti poveri, tanti ricchi, ma anche per loro “la ricchezza netta si è ridotta del 3.4%. Alla fine del 2011, la ricchezza abitativa delle famiglie italiane era di poco superiore ai 5000 miliardi di euro. Questo valore è aumentato dell’1.3% rispetto alla fine del 2010, ma al netto dell’inflazione si traduce in un dato negativo del -1.4%.

Nonostante questi dati che possono sembrare allarmanti, però, Banca d’Italia, che ha sotto mano dati analoghi di provenienza variegata, che misurano tutti i paesi più sviluppati, rassicura: “il  livello di disuguaglianza della ricchezza netta tra le famiglie piuttosto contenuto, anche rispetto ai soli paesi più sviluppati“.

Insomma, in Italia 1 italiano su 10 si prende metà della ricchezza, ma consolatevi, poteva andare peggio, poteva essere 1 su 20.

Check Also

Come gestire la fase della compravendita: idee e consigli

La gestione di una compravendita di case di lusso richiede una certa competenza, necessaria al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
esame avvocato 2012
Esame Avvocato 2012: il testo delle tracce per la terza prova

ESAME AVVOCATO 2012, TESTO TRACCE TERZA PROVA Giorno di esame questo 13 dicembre per tutti...

Chiudi