Riforma pensioni novità Renzi

Riforma pensioni 2016: ancora promesse dal governo Renzi

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (23 MARZO 2016) – Il Governo Renzi conferma la riforma delle pensioni e, a dispetto della lunga gestazione (ben 9 mesi), a dicembre 2016 dovrebbe avvenire il tanto atteso cambio di passo in materia, proprio in concomitanza con la prossima legge di Stabilità (sempre se il governo Renzi non sia già saltato in aria a causa della vittoria del NO al referendum costituzionale di ottobre).

In Commissione Lavoro della Camera, al momento, si studiano nuove ipotesi rispetto al pensionamento flessibile. L’idea più accreditata è quella di un testo unico che abbia come punto di riferimento la proposta DamianoBaretta del 2013: la bozza prevede l’uscita con penalizzazioni e premi in un range tra i 62 e i 70 anni di età, con almeno 35 anni di contributi, o in alternativa per uomini e donne con 41 anni di contributi, a prescindere dall’età anagrafica e senza penalizzazioni.

Riforma pensioni novità Renzi

Riforma pensioni 2016: continuano a piovere annunci e promesse dal governo Renzi

Numerose le posizioni a favore della riforma pensioni. Le parti sociali hanno già indetto delle manifestazioni territoriali il prossimo 2 aprile, mentre il presidente dell’Inps, Tito Boeri, auspica una veloce riscrittura della materia per risolvere anche l’annosa questione dell’occupazione giovanile.

Per quanto gli riguarda, il sottosegretario all’Economia Baretta ha confermato l’obiettivo legato alla realizzazione della flessibilità in uscita, nonostante la prossima legge di Stabilità sarà gravata del peso di clausole di salvaguardia.

Riforma pensioni 2016: problema sostenibilità, i conti pubblici secondo Damiano ci guadagnerebbero sul lungo termine

Esiste, in effetti, un problema di sostenibilità della riforma pensioni rispetto alle casse statali, ai costi dell’intera operazione e alle compatibilità coi saldi di finanza pubblica. D’altra parte, Damiano ha tenuto a precisare che i 5/7 miliardi annui della riforma, si configurerebbero nel medio-lungo termine come un risparmio per le casse dello Stato, poiché l’assegno pensionistico tagliato sarà valido per l’intero arco di vita del pensionato.

di Rosamaria Cinquegrana

 

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
conti correnti
Conti correnti, dal 31 marzo saranno “spiati”: il Fisco saprà tutto

Privacy addio. A seguito dell’istituzione dell’Anagrafe dei conti correnti, l’Agenzia delle Entrate potrà avere accesso...

Chiudi