Il presidente del Consiglio Matteo Renzi con il ministro per le Riforme e Rapporti col Parlamento Maria Elena Boschi durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, Palazzo Chigi, Roma, 31 marzo 2014. ANSA/ETTORE FERRARI

Salva Banche, governo nel caos: sfiducia per Renzi e Boschi

SALVA BANCHE (ULTIME NOTIZIE 15 DICEMBRE 2015)Mozione di sfiducia per Matteo Renzi e Maria Elena Boschi.

Le opposizioni vogliono le teste dell’ex sindaco e della figlia dell’ex vicepresidente di Banca Etruria.

Il caso Salva Banche non finisce qui e la mozione di sfiducia per Maria Elena Boschi è stata presentata dal M5S anche al Senato, dove la maggioranza di governo ha numeri ben più ballerini che alla Camera.

L’accusa è di conflitto di interessi, visto che si tratta del secondo intervento governativo a stretto giro su Banca Etruria (i cui vertici sono fra l’altro attualmente indagati).

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi con il ministro per le Riforme e Rapporti col Parlamento Maria Elena Boschi durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, Palazzo Chigi, Roma, 31 marzo 2014. ANSA/ETTORE FERRARI

Salva Banche (ultime notizie 15 dicembre 2015): sfiducia per Boschi anche al Senato, Salvini vuole sfiduciare anche Renzi

Matteo Salvini (Lega Nord) rilancia e chiede la sfiducia direttamente di Matteo Renzi, appellandosi a tutte le forze di opposizione. Sulla stessa linea di pensiero Renato Brunetta (Forza Italia): “Chi ha il più grande conflitto di interessi è Matteo Renzi“, ha commentato il capogruppo Fi Renato Brunetta.

“Il mio appello – ha detto Salvini – è a tutte le opposizioni in Parlamento a firmare assieme contro Renzi, che è il diretto responsabile di questa strage di italiani“.

Senza mezzi termini, Salvini ha definito Matteo Renzi come un “infame” e “responsabile della morte” del pensionato suicida cliente di Banca Etruria.

Faremo la mozione anche al Senato”, hanno spiegato i pentastellati “dopo averla già depositata alla Camera, pur nella convinzione che, in realtà, il ministro dovrebbe dimostrare un minimo di rispetto nei confronti degli oltre 10mila risparmiatori truffati e fare un passo indietro dimettendosi. Anche l’allora ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, di fronte a una regalia nei confronti del figlio, ha avuto il sussulto di dignità di rimettere il proprio mandato”.

“La mozione di sfiducia”, ha commentato la vicepresidente Pd della Camera Valeria Fedeli, “è priva di qualsiasi fondamento giuridico e politico. Per questo credo sia meglio calendarizzarla, discuterla e respingerla al più presto”.

Evidentemente aver fregato decine di migliaia di risparmiatori non è sufficiente: per loro è solo l’inizio e non vogliono andarsene senza aver finito il lavoro.

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
salva banche
Salva banche: Renzi e Picierno sbugiardati da un video virale

"I CAZZARI! Smascherate le bugie di Renzi e della Picierno sul Salvabanche (e non solo)....

Chiudi