sondaggi primarie PD

Scenari: cosa succede dopo la vittoria di Renzi alle Primarie Pd

La vittoria di Matteo Renzi alle primarie Pd del 30 aprile 2017 e ampiamente scontata. Questo per due motivi.

Il primo è che il Pd è già ormai diventato il Partito di Renzi: chi non lo vuole più a capo del Pd, non riuscendo a disarcionarlo, se ne è andato verso altri lidi, ad eccezione di Michele Emiliano.

Quest’ultimo non ha però la forza sufficiente per battere l’ex sindaco di Firenze.

Andrea Orlando, dal canto suo, è un avversario fotocopia di Renzi, per anni silente e obbediente ministro del suo governo.

La sua candidatura, a nostro parere, ha come unico scopo quello di misurare il suo peso all’interno del Partito di Renzi.

Nell’ipotesi fantasiosa di una vittoria di Orlando, il candidato Premier sarebbe comunque Renzi, visto che l’attuale ministro della Giustizia ha già specificato che segretario e presidente del Consiglio devono essere due persone diverse.

Per i pentastellati è un’ottima notizia, perché Renzi non sarà mai e poi mai, ma proprio mai, il prossimo Premier italiano.

Qualsiasi cosa proponga Renzi, gli italiani penseranno: e perché non l’hai fatto in tre anni di governo?

Senza contare che mai nella nostra storia repubblicana un inquilino di palazzo Chigi è sopravvissuto alle elezioni (c’è chi, al più, è tornato dopo qualche anno di decantazione).

Figuriamoci se può riuscirci un chiacchierone che ha prodotto solo slide, tweet, annunci e bonus elettorali che si chiamavano Pietro.

Dopo le elezioni vediamo dolo due scenari possibili: governo M5S (ma con appoggio esterno di altri partiti) oppure Larghe intese stile minestrone (ma con un Premier meno divisivo di Renzi, come ad esempio lo stesso Orlando).

 

Check Also

Renzi PD

Ultimi sondaggi elettorali, dati choc: M5S sopra 30%, Pd sprofondato dal Rosatellum

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (27 OTTOBRE 2017) – EFFETTO ROSATELLUM, M5S VOLA PD AFFONDA Dopo …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Sondaggi elettorali esplosivi: M5S vicinissimo al 40%, Pd quasi doppiato

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (12 APRILE 2017) - 17 PUNTI DI DISTACCO FRA M5S E...

Chiudi