sciopero benzinai dicembre 2012

Sciopero benzinai: 12-13-14 dicembre 2012, ma non finisce qui

SCIOPERO BENZINAI 12-13-14 DICEMBRE 2012

Lo sciopero benzinai è confermato. L’incubo che attanagliava gli automobilisti italiani è divenuto realtà, altro che fine del mondo! Lo sciopero dei benzinai spaventa molto di più di un’Apocalisse, e già tutti stanno cercando di correre ai ripari. L’annuncio definitivo della Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio che ha confermato lo sciopero dei gestori per il 12 e 13 dicembre, non è di certo un fulmine a ciel sereno, ma di certo la sospensione dei servizi, che potrebbe prolungarsi per ulteriori giorni nella pausa natalizia, causerà disagi di non poco conto soprattutto a chi aveva intenzione di passare fuori città le festività.

BENZINAI A BRACCIA INCROCIATE

Tutti i benzinai compatti e determinati hanno deciso per questo sciopero inevitabile, la situazione ormai si è fatto insopportabile per la loro categoria. Molte stazioni sono state chiuse, altre sono sull’orlo del fallimento, i gestori di queste attività non ce la fanno più a sopportare questa situazione che li vede sull’orlo del baratro. Rialzo dei prezzi, sconti obbligatori sul prezzo del carburante, le tasse da pagare più alte d’Europa e un numero di consumatori che va via via scendendo.

DATE E ORARI

Uno sciopero inevitabile che porterà oltre 2000 benzinai in tutta Italia, il 12 dicembre 2012, in Piazza Montecitorio a Roma, a protestare contro questa situazione che sta distruggendo posti di lavoro e famiglie. Uno sciopero benzinai che durerà, sulle strade urbane, dalle 19:00 dell’11 dicembre, alle 7:00 del 14 dicembre. Su rete autostradale l’interruzione dei servizi è prevista dalle 22:00 dell’11 dicembre alle 22:00 del 13 dicembre 2012.

IL PEGGIO DEVE ARRIVARE

Ma non finisce qui. Lo sciopero benzinai potrebbe ripetersi anche nelle date fra il 24 e 30 dicembre 2012, un periodo cruciale per tutti gli automobilisti in procinto di mettersi in viaggio. Il presidente nazionale di Faib, Martino Landi, fa sapere che non ci sono possibilità di revoca dello sciopero, e che il suo prolungamento è un rischio concreto perchè non vede la disponibilità a migliorare la situzione nè da parte del Governo, nè dai gestori petroliferi con cui sono al tavolo da 6 mesi senza ricavarne u nragno dal buco. Questa volta lo sciopero benzinai è deciso ad andare avanti sul serio, non come l’estate scorsa, quando lo sciopero benzinai venne revocato.

Check Also

pensioni ultime novità

Pensioni novità oggi: cari giovani, ecco fino a che età assurda lavorerete

PENSIONI ULTIME NOVITÀ OGGI (28 FEBBRAIO 2017) – NOTIZIE CHOC PER I GIOVANI Dopo la …

One comment

  1. finisce che camminiamo a piedi che la benzina e cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Concorso scuola 2012 Miur
Concorso scuola 2012: Miur, fra proteste ed esercitatore online

CONCORSO SCUOLA 2012 Il concorso scuola 2012 indetto dal Miur (Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca)...

Chiudi