Sindrome del ginocchio da scrivania, i sintomi e i rimedi

E’ noto che passare molto tempo seduto non fa bene, la pancia, la schiena, la vista, per chi lavora con mouse e tastiera i polsi… adesso anche le ginocchia.

Sandro Rossetto, primario della Divisione di ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale San Camillo di Roma, ha presentato i rilevamenti di un nuovo disturbo, ad oggi raramente incontrato: la sindrome del ginocchio da scrivania.

Si tratta di un problema alle articolazioni, coinvolge quelli che hanno, per lavoro o per diletto, la malsana abitudine di passare almeno otto ore davanti al computer, mantenendo la stessa posizione.
Il rischio è che la mobilità si riduca, in principio, ma il pericolo maggiore è che le ginocchia possano infiammarsi ed infine bloccarsi.

L’abitudine, come il primario fa notare

[quote] Diminuisce la produzione di liquido sinoviale che lubrifica l’articolazione del ginocchio e distribuisce nutrimento alle cellule cartilaginee che ricoprono la superficie articolare. Arrivano i primi disturbi, il ginocchio fa male e non si riesce a stenderlo bene.
[/quote]

Quest’ennesimo disturbo si affianca all’inevitabile aumento di peso dovuto all’immobilità causata da una vita sedentaria, e le nostre ginocchia risentiranno sia del mancato uso che dei chili di troppo.

I primi pazienti in cui è stato diagnosticato questo disturbo sono di una fascia d’età oscillante fra i 40 ed i 55 anni e hanno condotto tutti una vita sedentaria, o un lavoro che li ha costretti seduti per gran parte della giornata.

Sintomi

Il ginocchio è infiammato, l’articolazione fa difficoltà a muoversi, la mobilità è ridotta, c’è estrema difficoltà nel tendere la gamba.

Rimedi

Una postazione adeguata, che permetta di tendere le gambe e di ripiegarle, alternando il movimento lentamente durante la giornata.
Evitare la stessa posizione per più di due ore consecutive, concedersi una pausa senza però dedicarla a snack, caffeina o tabacco, uno più dannoso dell’altro.
Dedicarsi ad attività fisica nel tempo libero.

Dunque si tratta più di una prevenzione che di rimedi veri e propri, poiché la delicatezza della zona interessata difficilmente vede soluzioni lenitive e pratiche che funzioni al contempo. Gli antiinfiammatori possono aiutare in principio, sempre dietro prescrizione medica,  ma la soluzione finale per chi ha la sintomatologia della sindrome del ginocchio da scrivania è quella ortopedica.

Check Also

sanità Asl Regioni

Sanità, buco nero nelle Asl: ma la soluzione della Lorenzin funziona?

I GUAI DELLA SANITA’ IN ITALIA? TORNARE AL CENTRALISMO, PRO E CONTRO Malagestione, riforme fatte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Francesca Pascale è la fidanzata di Silvio Berlusconi

Licia Ronzulli, eurodeputata del PDL, Berluscones fedelissima. Intervistata oggi al programma di Radio2 'Un giorno...

Chiudi