sondaggi politici elettorali m5s pd

Sondaggi politici elettorali: M5S gela i gufi con dei numeri granitici

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (23 GIUGNO 2017) – TESTA A TESTA FRA PD E M5S, AVANZA LA LEGA NORD

Dopo le intenzioni di voto di SWG, oggi i sondaggi elettorali di Demopolis, andati in onda nel corso di Otto e mezzo, talk politico di La7 condotto dalla giornalista Lilli Gruber.

Prima considerazione: chi si aspettava il crollo (o addirittura la sparizione) del M5S dopo la mezza delusione della Amministrative 2017, sbagliava di grosso. Il gradimento di un partito a livello nazionale non lo si giudica dal voto alle comunali di circa 5 milioni di italiani, specialmente quando si tratta del M5S, che presenta una lista unica per ogni Comune, andandosi a scontrare contro flotte di liste civiche associate (dietro le quali si nascondono di solito i vecchi partiti).

I numeri del M5S negli ultimi sondaggi politici elettorali sono granitici: un po’ ovunque i pentastellati sono visti in testa, in questo caso si tratta di pareggio col Pd.

Partito Democratico che si è rivelato incapace di sfruttare un potenziale momento di difficoltà del M5S. Cosa che sembra invece aver fatto il Centrodestra, che a livello aritmetico (ma, lo sottolineiamo, non politico) è l’area politica più forte: Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia rappresentano insieme il 30,5% del consenso.

sondaggi-elettorali-demopolis

Al di là degli spostamenti dei flussi elettorali, tutto sommato poco significativi, tutti i sondaggi politici degli ultimi mesi confermano un dato di fatto, che ci ritroviamo a ribadire quotidianamente: chiunque faccia sul serio per andare al governo, non può pensare di riuscirci da solo.

Se dovesse arrivare primo il Pd, avrà bisogno di fare le Larghe intese. Se dovesse arrivare primo il M5S, avrà bisogno di un appoggio esterno, di un bel gruppo di parlamentari di altre forze politiche pronto a sostenere una lista di punti programmatici.

E se dovesse arrivare prima una coalizione di Centrodestra? Bella domanda: la risposta potrebbe essere nelle carezze che Salvini sta ultimamente destinando al M5S.

Check Also

pensioni ultime novità precoci

Il Governo Gentiloni perde pezzi: si dimette un ministro

Il Governo Gentiloni perde il suo ministro degli Affari Regionali. Enrico Costa, Alternativa Popolare, si è …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
nardella_renzi_675-630x257
Firenze, indagati assessore Vannucci e amico Renzi: “bandi truccati”

C'è la dirigente comunale super-renziana, c'è l'amico di Tiziano e Matteo Renzi, c'è l'assessore allo...

Chiudi