sondaggi politici senato

Sondaggi politici: in Lombardia, Lazio e Veneto si decide per Senato

SONDAGGI POLITICI – La campagna elettorale è entrata nella sua fase culmine, in attesa delle prossime elezioni politiche previste fra poco più di un mese (24-25 febbraio 2013), guadagnarsi la fiducia ed il voto dei cittadini è fondamentale per prendere (o riprendere per alcuni) in mano l’Italia. Ed in questo ultimo periodo i sondaggi politici ci possono dare un’idea di come andranno a finire le prossime elezioni. Come sappiamo bene chi otterrà più voti avrà a disposizione fino a 340 seggi alla Camera, tutto in proporzione sulla base dei consensi nazionali, mentre in Senato è diverso, tutto dipenderà dagli esiti regionali: il partito che avrà più voti in regione si garantisce il 55% dei seggi e accede il candidato in base alla lista presentata dai partiti.

Ed è proprio per questo che la lotta dei sondaggi politici si sta accendendo, soprattutto nelle regioni ancora in bilico. Per quanto riguarda la Camera, la coalizione di centrosinistra è in netto vantaggio con la possibile elezione di Bersani come nuovo Presidente del Consiglio, ma al momento non ha ancora una totalità di voti che gli garantirebbero la maggioranza e quindi la fiducia al Governo se non con qualche nuova allenza politica, magari con Monti. Vediamo i dati degli ultimi sondaggi politici.

VOTA PER IL SONDAGGIO POLITICO DI NEWSPEDIA.IT

Sondaggi politici elezioni regionali Lombardia e Veneto. Ma quello che andremo ad analizzare oggi è proprio quella situazione nelle cinque regioni più importanti di queste elzioni che possono decidere il futuro del Senato. La prima è senza dubbio la Lombardia, il centrodestra è in vantaggio (36,5%) rispetto al centrosinistra (34,5%) con Maroni di Lega Nord come possibile Presidente di regione. Scendiamo un po’ e troviamo il Veneto. Benché sia una regione con alta affluenza di simpatizzanti di centrodestra e lo è da anni, in particolar modo di Lega Nord, qualcosa ha iniziato a barcollare ed il vantaggio è di soli 4 punti percentuale rispetto agli avversari politici: è difficile pensare ad una rimonta del centrosinsitra visti i motivi sopracitati, ma come detto, un voto in più o in meno può fare la differenza.

Sondaggi politici Campinia: qui la differenza è di oltre 5 punti percentuale (32,5% per il centrosinsitra e 27,9% per il centrodestro). Distacco ridotto in Puglia invece dopo la coalizione di Bersani è al 33% rispetto al 29,2% di quella di Berlusconi. Chiudiamo con la Sicilia, dove i sondaggi politici ci danno una situazione simile a quella lombarda, con una lotta voto a voto: al momento è il centrodestra a spuntarla (26,9%), ma la differenza che lo separa dal centrosinistra è di solo un punto (28,6%).

Per chi voterebbe se le elezioni fossero oggi?

[poll id=”5″]

Più persone votano, più interessanti saranno i risultati: condividete!

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Sondaggi politico elettorali
La caccia al consenso è un lento cancro

SONDAGGI POLITICO ELETTORALI, EMG PER TG LA7: GIU' INGROIA, SU MOVIMENTO 5 STELLE SONDAGGI POLITICO...

Chiudi