ultimi sondaggi politici elettorali renzi

Sondaggi politici: referendum costituzionale, NO in vantaggio. E i media insabbiano tutto

SONDAGGI POLITICI (25 GENNAIO 2016) – Oggi, al posto delle solite intenzioni di voto per le politiche, parliamo dei sondaggi sul referendum costituzionale.

Si voterà a ottobre 2016 per confermare le modifiche dettate dal ddl Boschi, il quale modifica il Senato e il Titolo V della Costituzione (cioè quello relativo al rapporto fra Stato ed Enti locali).

Su ilgiornale.it Augusto Minzolini lancia un’accusa pesante contro la Rai e i media in generale: secondo il giornalista, i mezzi di informazione avrebbero oscurato un sondaggio in cui il NO è in vantaggio rispetto al SI’.

Ricordiamo che il referendum sarà cruciale per il destino politico di Matteo Renzi, visto che l’ex sindaco lascerà Palazzo Chigi nel caso in cui dovesse vincere il fronte del NO.

ultimi sondaggi politici elettorali renzi

Sondaggi politici (25 gennaio 2016): NO in vantaggio sul SI’, ma i media tacciono. Renzi verso la fine inevitabile?

Minzolini parte con un dato di fatto: si vedono sondaggi politici su tutto, ma sul referendum costituzionale sembra esserci una sorta di tabù. Alcuni dati già ci sono, ma restano chiusi nell’oscurità di un cassetto. A novembre scorso, secondo uno di questi sondaggi rimasti nell’ombra, il 40% degli italiani non sapeva niente sulla riforma del Senato. Questa insipienza comportava la vittoria del SI’ sul NO, 31% a 21%.

Arriva gennaio 2016 e tutto cambia. Gli insipienti scendono al 30% e il NO supera il SI’, con ben 10 punti di vantaggio. Un ribaltone stupefacente. Di questo passo, se il trend non cambia, Matteo Renzi andrà incontro alla debacle totale.

Renzi sembra essere consapevole di questo trend negativo, tanto che ha già provato (non riuscendoci) ad accorpare il referendum costituzionale con le Amministrative in arrivo:

“Ci ha provato e ci riproverà – ha spiegato il capogruppo di Sel al Senato, Loredana De Pretis -: dipende tutto da Mattarella”.

In cosa può sperare Renzi per risalire la china, visto che la fiducia degli italiani nei suoi confronti è in costante calo? L’avete già capito: l’unica speranza dell’ex sindaco sono i suoi soliti “regalini”, la politica dei bonus: intanto quei 500 euro ai neo-diciottenni, poi l’abolizione della prima rata dell’Imu a giugno.

Purtroppo per lui, dati alla mano, la fiducia degli italiani in Renzi non va oltre il 30%. Il 70% lo vorrebbe a casa.

 

 

Commenti

Check Also

pensioni ultime notizie riforma

Pensioni ultime notizie: le sei novità della “riforma”, si fa per dire

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (OGGI 26 SETTEMBRE 2016) – SEI NOVITA’ IN CAMPO PER LA “RIFORMA”  …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
visita fiscale
Visita fiscale, allarme fannulloni: ecco esenzioni su reperibilità

Visita fiscale, esenzioni, fasce di reperibilità e novità con il Jobs Act: fannulloni d'Italia, attenti...

Chiudi