Sondaggi politici

Scenari possibili e impossibili dopo le elezioni 2013

ELEZIONI 2013: SCENARI POSSIBILI E IMPOSSIBILI, FANTASTICANDO SUI NUMERI DEI SONDAGGI POLITICI

Sondaggi politici. Sono tanti. Sono ovunque. Non puoi fermarli. A colpi di punti percentuale, i sondaggi politici ci spiegano chi siamo e dove vogliamo andare. Ci suggeriscono chi conviene votare per far parte dei vincitori e chi conviene evitare per non sprofondare nel fango dei perdenti.

I sondaggi politici ci dicono quali sono gli scenari possibili e quali sono gli scenari impossibili.

C’è una cosa però che i sondaggi politici non ci dicono.

Gli italiani non hanno scelta.

NUMERI

Tweet di Enrico Mentana di poche ore fa:“Stasera sondaggio, vi anticipo dei dati: coal.c.sinistra 37,1 (-0,3), coal.c.destra 28 (+0,1),coal.Monti 15,2 (+0,4) mov.5stelle 12,8 (+0,7)”.

Mentana conferma la situazione nota a chiunque abbia seguito gli ultimi sondaggi politici, realizzati per le elezioni 2013: Centrosinistra in flessione ma saldamente primo, Centrodestra in crescita ma non abbastanza per vincere, Monti senza speranze di vincere, Movimento 5 Stelle in forte calo (rispetto al 20% raggiunto nei mesi scorsi) e fuori dai giochi.

Premesso questo, possiamo spiegare perché gli italiani stanno andando incontro all’inevitabile.

Senza scelta.

SCENARI POSSIBILI

Se vogliamo fidarci dei sondaggi elettorali, questi sono gli scenari possibili nel post-elezioni 2013

Ipotesi 1) Clamoroso sorpasso all’ultima curva del Centrodestra. Berlusconi al Senato sta messo bene: nel caso improbabile, ma possibile, di una maggioranza relativa raggiunta dal Centrodestra, Berlusconi grazie al Porcellum prenderebbe saldo possesso anche della Camera. Berlusconi diventa ministro dell’Economia, Alfano Premier. Altamente improbabile, ma non impossibile.

Ipotesi 2) Il Centrosinistra vince alla Camera, ma non al Senato. Bersani in questo caso non potrebbe governare in modo stabile, se non alleandosi con Mario Monti. Il prof. potrebbe però pretendere il ruolo di presidente del Consiglio, visto che ha esplicitamente detto di non essere interessato a fare il ministro.

Ma come, Monti potrebbe diventare Premier anche senza avere la maggioranza dei voti? Certamente, perché il presidente del Consiglio non lo eleggono gli italiani, bensì è nominato dal presidente della Repubblica. (Esempio: il primo governo Craxi (1983) scaturì da elezioni in cui Craxi era leader non del primo, ma del terzo partito più votato).

Naturalmente la nomina del presidente del Consiglio non è (a parte l’ultima) arbitraria: il presidente della Repubblica deve valutare realisticamente la situazione dopo il voto e proporre un nome che abbia concrete possibilità di ottenere la fiducia del Parlamento.

Il prossimo presidente del Consiglio sarà nominato da Giorgio Napolitano.

Ipotesi 3) Il Centrosinistra la spunta sia alla Camera che al Senato. Bersani presidente del Consiglio e vissero tutti felici e contenti. O forse no. L’ombra di Monti continuerebbe a gravare su Bersani: l’appoggio del centro montiano potrebbe essere comunque indispensabile a Bersani, soprattutto nell’eventualità che si incrini l’intesa con Vendola.

PERCHE’ NON C’E’ SCELTA?

Ipotesi 1) Il Centrodestra avrebbe tutti contro, sia in Parlamento che in Europa (si è visto come hanno disintegrato Berlusconi un anno fa). Si finirebbe, presto o tardi, nell’ipotesi 2 o 3.

Ipotesi 2) Si applica l’Agenda Monti.

Ipotesi 3) Si applica l’Agenda Monti.

In un modo o nell’altro, siamo destinati a seguire le ricette economiche di Mario Monti. cioè quelle che piacciono all’Europa, a Van Rompuy e Barroso, i quali hanno definito le soluzioni di Monti come le uniche possibili per l’Italia, senza alternativa.

Vada come vada, l’Agenda Monti sarà applicata o dallo stesso Mario Monti oppure, per interposta persona, da Bersani.

Un’Agenda Monti che porterà a un ulteriore impoverimento gli italiani, facendoli imbarcare nell’infattibile impresa di ridurre il debito pubblico di 1/20 l’anno, al costo di dismettere, cioè svendere, importanti pezzi dello Stato.

SCENARI IMPOSSIBILI

Se ne possono immaginare infiniti, visto che sono impossibili.
Ve ne descriviamo solo uno.
Vince il Movimento 5 Stelle. Smentendo tutti i sondaggi politici, il Movimento 5 Stelle raggiunge la maggioranza sia alla Camera che al Senato. Magari al costo del piccolo compromesso di un’alleanza con Ingroia (non esageriamo con l’impossibile).
E cosa succederebbe in questo scenario impossibile? Immaginarlo è ancora più impossibile.
Per usare le parole di Beppe Grillo, sarebbe un salto nel buio.

N.B.

Siamo consapevoli del fatto che gli scenari possibili per il post-elezioni 2013 sono più di tre.
Ma se vince la vecchia politica, che in realtà è un blocco monolitico, tutti gli scenari possibili si assomigliano. L’unica alternativa per gli italiani, ormai, è l’impossibile.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

3 comments

  1. condivido e sono soddisfatto per quanto letto sulla pagina presente , sui sondaggi sarei più cauto anche se sarei contento dai dati che sorgono dagli ultimi sondaggi , un saluto

  2. che i sondaggi sono farlocchi lo dimostrano i fatti : 1) A Parma il 5stelle dato al 6-7 prese il 18 circa il triplo. 2) sicilia più del doppio rispetto ai sondaggi del giorno prima. E’ un trucco mediatico tutti sanno che il movimento è tra il 18 ed il 22% quindi basterebbe che ognuno convincesse un’altra persona a votare 5 stelle per raddoppiare e vincere il premio di maggioranza alla camera. Far credere agli elettori che votare 5stelle è inutile è il trucco dei sondaggisti asserviti ai potenti.
    Grillo tocca andare in tv e sbugiardare gente come Vespa e Mannheimer …che usano i fagioli magici per fare i sondaggi il totale va oltre il 130% come è possibile …i sondaggi hanno un forchetta con normalizzazioni ad Hoc con la scelta delle fasce a cui fare sondaggi e con trucchi di un totale che nn fà cento e prendendo il minimo per alcuni ed il massimo per altri sui limiti di confidenza o gli errori si ottiene quello che si vuole.
    BISOGNA ANDARE IN TV A SBUGIARDARE QUESTE PERSONE NON VORREI CHE QUALCUNO TROVANDO 5 STELLE AL 25 PERCENTO DOPO LE ELEZIONI SI PENTA E DICA SE SAPEVO CHE ERA COSI’ LO VOTAVO ANCHE IO LO DAVANO AL 10 LOL
    Angelo scienziato e ricercatore precario senza anello al naso
    PS il totale fà sempre cento e non 134% ottimi sondaggisti

  3. Sondaggi FARLOCCHI…..SIETE PENOSI E VENDUTI…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
sondaggi politico elettorali
Regioni-chiave per il Senato dalla parte di Silvio Berlusconi

SONDAGGI POLITICO ELETTORALI, ELEZIONI REGIONALI VENETO, CAMPANIA, PUGLIA, SICILIA E LOMBARDIA, DECISIVE PER IL SENATO...

Chiudi