sondaggi referendum costituzione

Sondaggi referendum costituzionale 2016: sorpasso del No sul Sì

SONDAGGI REFERENDUM COSTITUZIONALE (5 LUGLIO 2016) – Dopo le intenzioni di voto per le Politiche, passiamo ai sondaggi elettorali sul referendum di ottobre 2016.

Come tutti ormai sanno, non ci si giocherà soltanto la riforma costituzionale e la variazione di oltre 40 articoli della Costituzione, ma anche la valutazione globale sull’operato del governo Renzi: in caso di vittoria del No, infatti, Matteo Renzi darà le dimissioni da presidente del Consiglio e la palla passerà al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Nei sondaggi il fronte del Sì era partito come quello vincente, ma col passare dei mesi si è notevolmente afflosciato, un po’ come i consensi degli italiani nei confronti dell’ex sindaco di Firenze: e oggi siamo qui a parlare del sorpasso del No sul Sì.

sondaggi referendum costituzionale

Referendum costituzionale 2016: sondaggi per ottobre favorevoli al No, c’è l’atteso sorpasso sul Sì. Ma gli indecisi sono ancora molti

Il No sfiora il 30% crescendo quasi di un punto percentuale, mentre precipitano le preferenze per il , con un crollo verticale di quasi due punti. Tuttavia gli indecisi sono ancora moltissimi, sopra il 40%, e nei sondaggi di questa settimana sono addirittura in aumento.

Per un paio di mesi l’attenzione degli italiani sulla politica sarà notevolmente ridotta dalla pausa estiva, quindi ci si giocherà tutto in poche settimane di propaganda a settembre. Come diciamo da tempo, anche da quando il No era in apparente svantaggio, la vittoria del Sì è altamente improbabile, persino nel caso in cui Renzi riesca a tirar fuori dal cappello un grande colpo di scena, uno dei suoi bonus pensati per ingolosire milioni di elettori.

Le risorse a disposizione per dare soldi a pioggia a questa o quella categoria non ci sono e, leggendo il Def (Documento di Economia e Finanza), nulla lascia presagire una simile possibilità. Oltre a questo, dopo due anni di governo insoddisfacente per diverse tipologie di lavoratori (e di disoccupati e di pensionati…), Renzi si trova soprattutto a corto di credito di fiducia: alle sue promesse crede sempre meno gente. Infine, praticamente tutte le forze politiche sono a favore del No, persino parte del Pd, partito sul quale Renzi – è stato evidente nell’ultima direzione – sta perdendo il controllo.

Purtroppo per noi, con la fine del governo Renzi dopo la probabile e auspicabile vittoria del No al referendum costituzionale, non finiranno di certo i nostri guai: vigente l’Italicum (che potrebbe fra l’altro essere bocciato dalla Consulta), servirà una nuova legge elettorale per andare al voto e quindi un governo di transizione. Quanto durerà questa transizione? Difficile dirlo, ma potrebbe benissimo traghettarci fino al termine naturale dell’attuale legislatura, cioè il 2018.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Sondaggi Tg La7: Pd steso da casi Etruria-Consip, M5S vola

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (22 MAGGIO 2017) – M5S METTE IL TURBO, PD GIÙ Sono …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali
Ultimi sondaggi politici elettorali: 5 luglio 2016, oggi M5S vincerebbe le elezioni

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 LUGLIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di Ballarò,...

Chiudi