Terrorista Pentagono arrestato, voleva usare droni esplosivi radiocomandati

Terrorista vuole attaccare Pentagono, l’FBI lo incastra fingendosi complice e gli fa credere di aver ucciso tre soldati in Iraq.

Voleva attaccare il Pentagono con dei droni teleguidati, carichi di esplosivo con detonazione a distanza. Rezwan Ferdaus, 26 anni, adesso rischia davvero grosso, tanto grosso quant’era il suo progetto di fare incursione nel Pentagono con sei uomini armati di fucili mitragliatori dopo averlo bombardato con droni teleguidati esplosivi.

Residente nella provincia di Boston, laureato in fisica, Ferdaus aveva contattato su Internet quelli che lui credeva essere dei jihadisti che in realtà erano agenti dell’FBI. I federali dopo avergli consegnato armi ed esplosivi come da lui richiesto, per avere le sufficienti prove atte ad incriminarlo, lo hanno tradito con un’incursione nel cuore della notte.

E’ chiaro che Ferdaus senza complici non avrebbe mai potuto portare a termine il suo piano d’attacco, la sua sfortuna è stata quella di attirare troppo l’attenzione nelle bulletin board altamente monitorate dai federali alla ricerca di terroristi di Al Quaeda.
Per guadagnare credibilità uno dei federali, un finto terrorista iracheno, gli aveva comunicato che uno dei suoi droni aveva mietuto le vite di tre soldati americani in Iraq. Ferdaus si era ritenuto estremamente soddisfatto: “era esattamente quello che volevo”, avrebbe detto.

Con poco meno di trecento euro aveva realizzato dei droni estremamente precisi e letali, utilizzandoli anche per delle ricognizioni nei pressi del Pentagono con lo scopo di raffinare il suo quadro criminoso. Adesso è nelle mani della giustizia americana e non è escluso che finisca fra le sbarre di Guantanamo prima e sulla sedia elettrica poi.

Check Also

Allarme bomba alla Casa bianca, ultime notizie 19 marzo 2017: fermato un sospetto

CASA BIANCA ALLARME BOMBA (ULTIME NOTIZIE 19 MARZO 2017) Un’Ansa degli ultimi minuti riporta news …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Hiv, vaccino promettente dalla Spagna

Hiv, vaccino promettente dalla Spagna. Se questa notizia troverà conferma nelle prossime sperimentazioni, finalmente potrebbe...

Chiudi