Thyssen, sentenza storica: fu omicidio volontario

THYSSEN – “Una sentenza incomprensibile e inspiegabile”, sentenzia Thyssenkrupp. “Una sentenza storica”, gioisce il procuratore aggiunto Raffaele Guariniello.”Si tratta – ha annunciato Guariniello – del salto più grande di sempre in tutta la giurisprudenza in materia di incidenti sul lavoro. Questa pronuncia deve fare sperare i lavoratori e far pensare gli imprenditori»

OMICIDIO VOLONTARIO – “Diciamo che una condanna non è mai una vittoria – ha specificato Guariniello – né una festa, però questa condanna può significare molto per la salute e la sicurezza dei lavoratori”. Ma se non la condanna non è una festa per i parenti delle vittime, i sette operai morti nel rogo della Thyssen nel 2007, tanto meno lo è per i condannati: Herald Espenhahn (ad di Thyssen) è stato condannato a 16 anni e mezzo di carcere per omicidio volontario, mentre Marco Pucci, Cosimo Cafueri, Giuseppe Salerno, Gerald Priegnitz e Daniele Moroni (cinque dirigenti Thyssen) sono stati condannati per omicidio colposo, con pene detentive fra i 10 e i 13 anni.

Check Also

incidente treno Napoli

Incidente treno Napoli: giovani investiti sui binari

ULTIME NOTIZIE NAPOLI (16 MAGGIO 2016) – Raffaella Ascione, 20 anni, è morta investita da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Thyssen Krupp/ sentenza: fu omicidio volontario

THYSSEN KRUPP - E' una sentenza storica quella che vede i cinque dirigenti della Thyssen...

Chiudi