sondaggi politici elettorali m5s pd

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S sopra 30%, può governare. Ma c’è un problema

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (2 FEBBRAIO 2017) – LARGHE INTESE O GLI “ANTISISTEMA”?

Le intenzioni di voto nei sondaggi elettorali vedono di nuovo il M5S sopra il 30%.

Ma basta questo al MoVimento 5 Stelle per arrivare al governo del Paese? Andando al voto oggi, questo 31% da record (quasi un punto e mezzo sopra il Pd) non sarebbe ancora abbastanza per un esecutivo monocolore pentastellato.

Entrambe le leggi elettorali vigenti per Camera e Senato sono di forte impronta proporzionale e non consentono a nessuno di arrivare alla maggioranza alla Camera (cioè ad aggiudicarsi 316 seggi).

Chi ci va più vicino? Le alternative realistiche sembrano le Larghe intese (Partito Democratico più Forza Italia e altri partiti minori) oppure gli “Antisistema”, ovvero M5S, Lega Nord e Fratelli d’Italia.

ipsos1

Nella simulazione realizzata dagli ultimi sondaggi politici elettorali di Ipsos per il Corriere (vedi grafica), M5S avrebbe appena un deputato in più rispetto al Pd. Per poter governare sarebbe fondamentale, dopo le elezioni, trovare un’intesa programmatica con Matteo Salvini. Il governo M5S-Lega è uno scenario che abbiamo già analizzato in articoli precedenti.

ipsos2

Ultimi sondaggi politici elettorali (2 febbraio 2017): Larghe intese o Antisistema. Tertium non datur. Raggiungere la maggioranza da soli è illusorio

Due punti vanno precisati. Non si andrà certamente a votare con le leggi elettorali attuali, visto che sono dei monconi dell’Italicum e del Porcellum usciti fuori da due sentenze della Corte costituzionale. L’attuale maggioranza parlamentare e il governo Gentiloni vorranno sicuramente tirar fuori una nuova legge elettorale che avvantaggi la possibilità di un governo delle “Larghe intese” e metta nell’angolino il MoVimento 5 Stelle.

Tuttavia, senza un ballottaggio e con tre poli elettorali più o meno equivalenti, nessuno potrà governare da solo con qualsiasi altra legge elettorale (fra le ipotesi più accreditate c’è un ritorno in campo del Mattarellum).

E anche stabilendo un premio di maggioranza intorno al 40%, nessun polo sarà realisticamente in grado di raggiungerlo. Quindi gli elettori della Lega Nord e del M5S dovrebbero iniziare a considerare che la situazione è la seguente: se non vanno al governo i cosiddetti “Antisistema”, avremo altri 5 anni di inciucio fra Centrodestra e Centrosinistra.

Check Also

pensioni ultime novità precoci

Il Governo Gentiloni perde pezzi: si dimette un ministro

Il Governo Gentiloni perde il suo ministro degli Affari Regionali. Enrico Costa, Alternativa Popolare, si è …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
pensioni novità 2017
Pensioni ultime novità (1° febbraio 2017): notizie su Ape, Opzione donna e anticipate

PENSIONI ULTIME NOVITA' (1° FEBBRAIO 2017) - NOTIZIE SU ANTICIPATE, OPZIONE DONNA E APE Cosa...

Chiudi