ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: 2 gennaio 2016, Di Maio supera Renzi

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (2 GENNAIO 2016) – Dopo le intenzioni di voto di EMG-Tg La7, oggi i sondaggi elettorali di Piepoli-La Stampa. Diciamo subito che il vero dato interessante è il sorpasso di Lugi Di Maio, da molti considerato come candidato Premier M5S alle prossime elezioni, sull’attuale inquilino di Palazzo Chigi, l’ex sindaco Matteo Renzi.

Tolto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, figura istituzionale tradizionalmente al vertice dei consensi degli italiani, il leader politico in cui hanno più fiducia oggi gli italiani è Luigi Di Maio, con un 40% che supera di un punto percentuale il 39% raggiunto da Matteo Renzi.

A dispetto dei toni trionfalistici nelle ultime conferenze stampa, Renzi è fortemente indebolito dopo quasi due anni al governo nei quali non si è registrata una reale ripresa dell’economia reale in Italia, a dispetto di quanto vorrebbero far credere alcuni indicatori di alcune statistiche (i famosi ‘timidi segnali di ripresa’ di cui si parla ormai da anni.

o-SONDAGGIO-570

Ultimi sondaggi politici elettorali (2 gennaio 2016): Di Maio supera Renzi, Pd ancora primo ma M5S in crescita inarrestabile

Per quanto riguarda le intenzioni di voto al primo turno, gli ultimi sondaggi elettorali di Piepoli vedono il Pd (32%) ancora in prima posizione, con il M5S (28.5%) che gli tiene il fiato sul collo.

o-SONDAGGIO-570 (1)

Ma il vero ostacolo da superare per Renzi è adesso il referendum costituzionale, momento cruciale del suo premierato: o la va o la spacca. Ma se Renzi dovesse schiantarsi? In questo caso l’ipotesi più probabile sarebbe quella di un nuovo governo tecnico per traghettare la legislatura fino alla scadenza naturale del 2018.

Commenti

Check Also

pensioni ultime novità oggi Renzi

Immagine choc: ecco come sarà Senato se Renzi vince referendum

LA COMPOSIZIONE DEL NUOVO SENATO SECONDO SCENARI POLITICI Come sarebbe oggi il nuovo Senato, se …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Renzi
2016: dopo di Renzi, nessun diluvio (e nemmeno elezioni)

Nei corridoi di Camera e Senato il vero argomento tormentone non è la legge di...

Chiudi