Visita fiscale e reperibilità: esentati se terapie salvavita

Niente obbligo di reperibilità per le terapie salvavita, lo afferma una circolare dell’INPS.

Un anno fa abbiamo scritto un articolo riguardo alla visita fiscale e alla reperibilità durante il periodo di malattia. I giudici avevano affermato che la casa non è una galera per il lavoratore malato ed un dipendente in permesso, dopo l’accertamento del medico di controllo, non è obbligato al rispetto delle fasce orarie per ulteriori accertamenti sulle sue condizioni di salute durante tutto il periodo della malattia.

Oggi la circolare INPS Inps 95/2016 “Esclusioni dall’obbligo di reperibilità per i lavoratori dipendenti del settore privato” fornisce indirizzi operativi in merito all’applicazione della normativa relativa alle esenzioni dalla reperibilità per i lavoratori del settore privato.

Questa circolare attua la modifica introdotta dal Job Act sulle visite fiscali, esonerando dall’obbligo di reperibilità i lavoratori affetti da patologie gravi che debbano assentarsi dal domicilio per effettuare terapie salvavita o per situazioni di invalidità pari o superiore al 67%.

visita_fiscale_jpg

MALATTIE CHE PORTANO ALL’ESONERO

Nelle linee guida predisposte dall’Inps sono queste le malattie che portano all’esonero del lavoratore dall’obbligo di reperibilità

– Sindromi vascolari acute con interessamento sistemico;
– Emorragie severe – infarti d’organo;
– Coagulazione intravascolare disseminata;
– Condizioni di shock – stati vegetativi di qualsiasi etiologia;
– Insufficienza renale acuta;
– Insufficienza respiratoria acuta anche su base infettiva (polmoniti e broncopolmoniti severe, ascesso polmonare, sovrainfezioni di bronchiectasie congenite, fibrosi cistica);
– Insufficienza miocardica acuta su base elettrica (gravi aritmie acute), ischemica (infarto acuto), meccanica (defaillance acuta di pompa), versamenti pericardici;
– Cirrosi epatica nelle fasi di scompenso acuto;
– Gravi infezioni sistemiche fra cui Aids conclamato;
– Intossicazioni acute a interessamento sistemico anche di natura professionale o infortunistica non Inail (arsenico, cianuro, acquaragia, ammoniaca, insetticidi, farmaci, monossido di carbonio eccetera);
– Ipertensione liquorale endocranica acuta;
– Malattie dismetaboliche in fase di scompenso acuto;
– Malattie psichiatriche in fase di scompenso acuto e/o in Tso;
– Neoplasie maligne in trattamento chirurgico e neoadiuvante, chemioterapico antiblastico e/o sue complicanze, trattamento radioterapico;
– Sindrome maligna da neurolettici;
– Trapianti di organi vitali;
– Altre malattie acute con compromissione sistemica (a tipo pancreatite, mediastinite, encefalite, meningite) per il solo periodo convalescenziale;
– Quadri sindromici a compromissione severa sistemica secondari a terapie o trattamenti diversi (a tipo trattamento interferonico, trasfusionale).

CONDIZIONI PER USUFRUIRE DELL’ESONERO

I lavoratori interessati, come da espresso riferimento contenuto nel decreto, sono quelli con contratto di lavoro subordinato appartenenti al settore privato rimanendo esclusi, pertanto, i lavoratori iscritti alla gestione separata dell’Inps e i dipendenti pubblici.

Sarà inoltre necessario che i medici valutino, caso per caso, e inseriscano due caratteristiche che devono riscontrarsi contemporaneamente

  • gravità della malattia, vale a dire quelle situazioni caratterizzate da un considerevole disordine funzionale, in grado di coinvolgere in modo grave la funzione dell’organo o apparato;

 

  • necessità del ricorso a terapie salvavita,  ovvero quelle terapia che consente di salvare la vita al paziente o quelle cure «indispensabili a tenere in vita» la persona.

ATTENZIONE! L’esonero dall’obbligo di reperibilità alla visita fiscale per i lavoratori affetti da grave malattia non esclude i controlli dell’Inps, sia automatici che su richiesta del datore di lavoro.

Check Also

Sondaggi politici: quanto piace Conte? Numeri strepitosi per il nuovo Premier

SONDAGGI POLITICI (13 GIUGNO 2018) – Dopo le intenzioni di voto degli italiani per le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali Renzi
Ultimi sondaggi politici elettorali: 8 giugno 2016, M5S svetta al ballottaggio

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (8 GIUGNO 2016) - All'indomani delle elezioni Amministrative 2016, oggi vediamo...

Chiudi