Jamila non è come Hina


BRESCIA – Il console pakistano protesta, commentando il caso di Jamila:”Non è come Hina, smettete di enfatizzare questa storia”. “Su questa vicenda c’è stata troppa enfasi, – insiste il console – si tratta di un caso che non ha nulla a che fare con quello di Hina Saleem. La ragazza è stata educata bene, secondo il Corano, che tutela le donne e i loro diritti”.

“Non voglio minimizzare la storia di Jamila – dice il preside della scuola frequentata dalla 19enne pakistana, Nicola Scianga -, ma non è la più drammatica di quelle che viviamo ogni giorno. A ottobre Danuwa (altro nome di fantasia, ndr), una minorenne di colore, ci ha confidato che era incinta. Voleva abortire senza dirlo ai genitori. Abbiamo chiamato il giudice e lui ha dato il consenso. All’ospedale l’ha accompagnata una mia assistente”.

 

Check Also

Allarme bomba alla Casa bianca, ultime notizie 19 marzo 2017: fermato un sospetto

CASA BIANCA ALLARME BOMBA (ULTIME NOTIZIE 19 MARZO 2017) Un’Ansa degli ultimi minuti riporta news …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Gaza, funerali solenni per Arrigoni

GAZA - Funerali di stato per Vittorio Arrigoni, 36 anni, pacifista e cooperante per la...

Chiudi