legge elettorale richetti

Legge elettorale, Richetti lancia la bomba: governo vicino alla fine?

Matteo Richetti, deputato Pd e neo-portavoce del partito personale di Matteo Renzi, squaderna le carte sul tavolo.

O si fa la legge elettorale, o si muore. Per dirla meglio: muore il governo Gentiloni.

Richetti in versione incendiaria, parlando su Facebook a “#OreNove”, spiega che siamo alla fase dell’ultimatum.

“Se un Parlamento – spiega Richetti -, dopo i richiami del capo dello Stato e della Corte costituzionale, non riesce a fare una legge elettorale, ci vuole un bel coraggio a dire che la legislatura deve continuare”.

“Ci sono cento formule, ma il punto è una legge solida, certa, duratura” aggiunge Richetti. “Il Pd – prosegue il deputato Pd – ha fatto un’assunzione di responsabilità storica, ha rinunciato alla propria vocazione maggioritaria”.

Richetti ne ha anche il Movimento Cinque Stelle: “Ieri bastava guardare Fico e Di Maio, uno incrociava le braccia quando parlava l’altro, questi si chiamano partiti che pensano alla convenienza personale, ma va bene così”.

Il portavoce Pd fa anche ironia sui pentastellati: “Il M5s la legge l’ha già votata in commissione, non è che vale meno. E’ una sede istituzionale – sottolinea -, non eravamo al bar io e Di Maio a dire che ci piace il tedesco”. “Ora si mette la consultazione in mezzo – conclude Richetti – speriamo anche per loro che tutto vada per il meglio”.

Oggi si è fatto sentire anche Silvio Berlusconi in un lettera aperta al Corriere: “Il sistema elettorale tedesco può non piacere – scrive – ma quale altra soluzione sarebbe stata possibile, dopo le ripetute bocciature da parte della Consulta? Una sola: l’uninominale secco, all’inglese, o a doppio turno, alla francese. Questi sistemi avrebbero portato non soltanto a un risultato elettorale del tutto imprevedibile”.

Oggi è il secondo giorno di votazioni sugli emendamenti alla Camera: si ragiona sulla proposta del M5S per il voto disgiunto e per le preferenze per i listini proporzionali.

Ma il Pd sembra disposto a tirare dritto e a non concedere nient’altro sul fronte emendamenti.

Beppe Grillo ha annunciato un nuovo voto online fra gli iscritti, per dare l’ok al testo definitivo da votare alla Camera.

Se l’accordo dovesse saltare, come dice Richetti, un Parlamento incapace di fare una legge elettorale dovrebbe andare a casa. Siamo agli sgoccioli del governo Gentiloni?

Check Also

honeywell_1

Corte Costituzionale boccia lo Sblocca Italia: «illegittima norma che impone trivellazioni senza parere Regioni»

La Corte Costituzionale con la sentenza 170, pubblicata il 12 luglio scorso, ha dichiarato illegittimo …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultime notizie pensioni Boeri
Pensioni quattordicesima ultime novità: buone notizie da Boeri, aumenta la platea

PENSIONI ULTIME NOVITA' SULLA QUATTORDICESIMA (8 GIUGNO 2017) - PRESIDENTE INPS DA' NOTIZIE RINCUORANTI Dopo...

Chiudi