rapporto corruzione 2015

Rapporto corruzione 2015: i dati drammatici sull’Italia

Rapporto corruzione 2015: l’Italia è una delle nazioni più corrotte in Europa. E anche a livello mondiale non ce la caviamo mica male.

I dati arrivano dal Corruption Perceptions Index 2015 di Transparency International, ONG che annualmente redige una classifica sulla trasparenza e sulla corruzione nel mondo.

L’Italia si posiziona, con un punteggio poco dissimile da quello del 2014 (da 43 punti a 44), al 61esimo posto fra 168 paesi censiti.

Fra i 28 membri dell’Unione Europea l’Italia è penultima: solo la Bulgaria è più corrotta di noi, persino Romania e Grecia sono messe meglio della penisola nostrana.

Non esattamente una bella pubblicità per chi dall’estero volesse investire nel nostro paese, tanto è vero che gli investitori esteri preferiscono ‘scommettere’ la loro pecunia nelle già ricordate Romania e Grecia, piuttosto che in Italia.

rapporto corruzione 2015

Non sono bastati la legge Severino e gli sforzi dell’Autorità nazionale anticorruzione coordinata da Raffaele Cantone.

Corruzione in Italia, qualche lieve segno di miglioramento, ma i dati restano drammatici: peggio di noi in Europa soltanto la Bulgaria, meglio di noi Grecia e Romania

Il presidente di Transparency Italia, Virginio Carnevali, non vede però tutto nero: “Constatiamo con piacere che finalmente si è avuta un’inversione di tendenza, seppur minima, rispetto al passato, che ci fa sperare in un ulteriore miglioramento per i prossimi anni”. “Come dimostra la cronaca, – continua Carnevali – la strada è ancora molto lunga e in salita, ma con la perseveranza i risultati si possono raggiungere. Una società civile più unita su obiettivi condivisi e aventi come focus il bene della res publica porta un contributo fondamentale al raggiungimento di traguardi importanti”.

Transparency misura con il suo indice la corruzione percepita nel settore pubblico, attraverso l’aggregazione di dati provenienti da 12 fonti differenti (non meno di tre per ogni nazioni).

Per l’Italia sono stati utilizzati sondaggi del World Economic Forum e del World Justice Project.

“La corruzione generalmente prevede attività illegali intenzionalmente occultate, che vengono scoperte sono grazie a scandali, inchieste e processi”sottolinea Transparency in una nota: “Non esiste un modo affidabile per calcolare i livelli assoluti di corruzione di Paesi o territori sulla base di dati empirici oggettivi”. Comparare il numero di tangenti scoperte o il numero di processi non sempre è una soluzione efficace “perché mostra solo quanto procure, tribunali o media sono efficaci nell’investigare e portare allo scoperto la corruzione”. Per questo motivo, secondo Transparency, stimare la percezione resta il metodo più attendibile per comparare i livelli di corruzione tra i vari paesi.

L’Italia ha tuttavia scalato qualche posizione, passando dalla 69esima alla 61esima). Ma è la situazione mondiale a essere davvero drammatica, visto che secondo i dati rilevati ben 6 miliardi di persone vivono in nazioni fortemente corrotte.

I più virtuosi li troviamo nel nord Europa, con la Danimarca in testa (91 punti), tallonata dalla Finlandia (90 punti). Somalia e Corea del Nord fanalini di coda a livello planetario, con 8 punti.

Le cose vanno bene anche in Germania, con la bellezza di 81 punti.

“Per compiere un salto di qualità importante occorre un ruolo più forte della società civile” è la sintesi del presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello. “La battaglia per legalità e trasparenza è resa meno difficile dalla rivoluzione digitale in atto e anche su questo fronte occorre insistere con decisione per fare della macchina pubblica un attore trasparente, imparziale e rispettoso delle regole del mercato”.

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
sondaggi politici elettorali Renzi
Ultimi sondaggi politici elettorali: 27 gennaio 2015, Renzi affonda

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (27 GENNAIO 2015) - Dopo le intenzioni di voto di EMG-Tg...

Chiudi