Pensioni ultime novità età pensionabile: l’aumento a 67 anni non ci sarà, per ovvi motivi

PENSIONI ULTIME NOVITA’ (14 LUGLIO 2017) – AUMENTO A 67 ANNI? IMPROBABILE NELLA PROSSIMA LEGGE DI BILANCIO

Torniamo alle news sull’aumento dell’età pensionabile: come forse già saprete, per una legge varata fra il 2009 e il 2010, ogni due anni dobbiamo aggiornare il requisito anagrafico al dato dell’aspettativa di vita.

Campiamo di più (in teoria…) e quindi dobbiamo andare in pensione più tardi (nella pratica).

Il prossimo aggiornamento è previsto per l’anno prossimo, con un aumento che porterà gli italiani ad avere le loro pensioni soltanto a 67 anni.

C’è un però. Anzi, più di uno. A nessun partito conviene fare questa cosa a pochi mesi di distanza dalle elezioni politiche.

Infatti l’aumento dell’età pensionabile, per attivarsi, ha bisogno di una misura da inserire nella legge di Bilancio di fine anno. Chi lo fa ci deve mettere la faccia e si attira le antipatie di un bel po’ di elettori.

Non è un caso se già è partita una iniziativa bipartisan (di Cesare Damiano e Maurizio Sacconi), per trovare le coperture necessarie a rimandare in modo strutturale.

Per i giovani precari, invece, siamo ancora al nulla di fatto (ma la reversibilità per le vedove ricche restano intoccabili).

età-pensione-vecchiaia-2015-16

Pensioni ultime novità (14 luglio 2017): è il momento politicamente più sbagliato per aumentare l’età pensionabile, un rinvio è molto probabile

Un altro motivo che ci fa credere che e questo rinvio ci sarà?

I sondaggi politici dicono chiaramente che la fascia d’età in cui è più forte il PD è quella over 54. Cioè gli italiani che sarebbero più scontenti di un ulteriore aumento, vedendo per l’ennesima volta allontanarsi il loro primo assegno Inps.

Ma quanto costa bloccare l’aumento dell’età per la pensione?

Servono 1,2 miliardi.

Per i sindacati (Cigl, Cisl e Uil), “l’unica e unica possibilità di intervenire è la legge di Bilancio”.

Non siamo d’accordo. Lo dimostra la manovrina da 3,4 miliardi a cui abbiamo assistito quest’anno: nel 2016 il governo Renzi ha varato una legge di Bilancio con i conti non in regola, per pagare i regalini elettorali prima del referendum costituzionale (poi perso), con la consapevolezza che il richiamo dell’Ue sarebbe arrivato lontano dal referendum e che la sistemata si poteva quindi dare lontano dal voto.

Adesso ci aspettiamo lo stesso scenario: prima rimanderanno l’aumento dell’età pensionabile, per non perdere voti, e dopo le elezioni (ammesso che siano di nuovo loro a vincere) potranno con tutto comodo annullare il rinvio.

 

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali aprile renzi

Sondaggi politici elettorali: dati catastrofici per il Pd, M5S sempre in testa

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (30 OTTOBRE 2017) – M5S PRIMO, IPSOS FOTOGRAFA IL CROLLO PD …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Salvini Renzi
Matteo Renzi: “aiutiamoli casa loro”, cosa c’è dietro la svolta sull’immigrazione del Pd

QUELL' "AIUTIAMOLI A CASA LORO" E' UNA STRIZZATA D'OCCHIO DI MATTEO RENZI A MATTEO SALVINI?...

Chiudi