Arriva la neve, occhio alle ordinanze per la circolazione

Le norme che disciplinano la guida nel periodo invernale sono scattate da oltre un mese, e adesso l’arrivo del freddo e delle intemperie rende ancora più importante mettersi in regola, scegliendo la soluzione più giusta per la propria auto e verificando lo stato delle strade prima di intraprendere un viaggio

Prendendo in prestito alcuni versi di una vecchia canzone di Irene Grandi, potremmo dire che “prima di partire per un lungo viaggio” … controlla in Rete lo stato delle strade, per verificare se il tratto di interesse è soggetto alle norme specifiche per l’inverno.

L’Italia infatti, per la sua conformazione geografica, alterna aree dove il clima è più mite (banalmente, le zone costiere) ad altre dove, invece, la neve e il freddo possono mettere in difficoltà gli automobilisti e, in particolare, le loro gomme.

gomme neve

Non a caso, lo scorso anno a livello nazionale sono stati adottati oltre 200 provvedimenti a vario livello per imporre l’obbligo di montare pneumatici invernali o catene da neve, che hanno interessato tutta la Penisola, da Nord a Sud, e in questa stagione 2015/2016 siamo già oltre quota 100, pur non ancora in presenza del rigore tipico della fase.

Ecco le norme. Come ormai dovrebbe essere noto, il Codice della Strada impone un livello di attenzione superiore nel periodo che va dal 15 novembre al 15 aprile, e in particolare concede agli enti gestori e possessori di strade di imporre l’obbligo di circolazione solo con pneumatici invernali o con catene da neve da montare all’occorrenza.

Chi non si fa trovare in regola con queste disposizioni, che hanno l’obiettivo di garantire la sicurezza anche nei tratti dove maggiore è il pericolo di ghiaccio o nevicate (e, dunque, la guida diventa più dura), rischia di incappare in sanzioni piuttosto salate, che vanno da 84 a 318 euro. Per avere informazioni aggiornate sulle strade individuate, si può utilizzare il sito Pneumatici Sotto Controllo, che presenta una mappa dettagliata per regioni e province.

La scelta del prodotto. Questi sono gli aspetti normativi, che lasciano dunque spazio alle azioni dell’automobilista per rispettare le ordinanze e tutelare non solo le proprie tasche, ma anche (e soprattutto) la propria incolumità.

Innanzitutto, a seconda delle esigenze, si può scegliere come detto di acquistare le più immediate catene da neve, che però necessitano di una certa pratica per il montaggio e rappresentano una soluzione di comodo, per ovviare a un problema improvviso; chi invece viaggia molto, per lavoro, piacere o perché risiede in zone montane, troverà più confortevole, anche sul lungo periodo, il cambio delle ruote, che garantisce una maggior sicurezza in ogni condizione di clima invernale.

Per soddisfare le prescrizioni del Codice della Strada, basta montare uno pneumatico provvisto di marcatura M+S sulla spalla (dalle iniziali delle parole Fango e Neve in inglese), ma i modelli più recenti presentano anche l’innovativo pittogramma di una cima a tre vette con un fiocco di neve al centro, battezzato 3PMSF (sempre dall’inglese, 3 Peak Mountain Snow Flake), che identifica la gomma che ha superato lo specifico test di omologazione studiato dall’Unione Europea.

Pneumatici invernali, risparmiare si può. Si dice che “chi più spende, meno spende”, e questo si dimostra vero nel caso specifico, perché a ben vedere l’opzione di acquisto di un nuovo treno di pneumatici invernali si può rivelare strategica ed economica. Innanzitutto, si può approfittare della convenienza e delle offerte di siti affidabili e specializzati come www.euroimportpneumatici.com, su cui trovare il prodotto adatto alla propria auto al prezzo più basso; e poi, cambiando le gomme al variare della stagione si risparmia l’altro set, allungandone la vita. Terzo punto, ancor più importante, è quello relativo alla sicurezza: grazie alla loro mescola più morbida e alle soluzioni di designi sul battistrada, le gomme invernali rispondono infatti meglio alle sollecitazioni delle strade con il freddo e gli agenti atmosferici che imperversano, assicurando stabilità di guida, aderenza, ridotto spazio di frenata.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
capuozzo
Quarto, Capuozzo chiude caso a sorpresa: fango Pd finisce qui

Il caso Quarto si chiude definitivamente con le parole che Rosa Capuozzo ha detto in...

Chiudi