Promuovere il tuo business: dai social alla pubblicità cartacea

E’ la prima prova da superare per chiunque abbia un progetto da realizzare e far monetizzare: farsi conoscere. Che voi vogliate vendere frullatori o che vogliate rivoluzionare il mondo delle App con un’idea geniale, per prima cosa le altre persone devono venirlo a sapere.

Nell’era del Web, il pensiero corre subito ai siti internet e alla moltitudine di social network: Facebook, Twitter, Instagram, ecc. Il potere di Internet, come spiega il professore della Sda Bocconi Francesco Sacco, è tale che persino la pubblicità televisiva sta piano piano cedendo il passo.

Aprire una pagina Facebook e un account Twitter sono sicuramente, al giorno d’oggi, dei “must” ineludibili per promuovere il proprio prodotto. I social rappresentano strumenti più immediati, rispetto al sito Web, per avere un rapporto in tempo reale con i nostri clienti (o con le persone che vogliamo far diventare nostri clienti): tuttavia, secondo uno degli ultimi rapporti Istat, nel 2017 ben il 72% delle aziende con almeno 10 addetti ha utilizzato un proprio sito Internet, il quale rimane uno strumento insostituibile per offrire una informazione più dettagliata delle attività e dei prodotti del proprio business.

I dati di Research&Business Intelligence di Publicis Media Italy (elaborati dalle ricerche di Audipress, Ads, Audiweb, Nielsen, Zenith Advertising Expenditure Forecasts, GfK Eurisko ed Eumetra Monterosa) spiegano che nel 2017 sono stati spesi 2.375 milioni di euro, contro i 1.146 della carta.

Ma sorprendentemente la pubblicità cartacea (che vanta un’anzianità di servizio decisamente superiore di tutti gli altri media) è “dura a morire”: lo dimostra il fatto che persino Amazon, sito sovrano del commercio Web, investe ancora nell’editoria su carta: pensiamo agli SmileCode, codice QR su carta che funzionano da link “fisico” all’acquisto online. Codici che sono presenti in riviste come Seventeen e Cosmopolitan.

Il supporto cartaceo è quindi ancora utilizzato anche per catturare l’attenzione dei Millenials e il suo legame con il Web non finisce qui: esistono siti Internet, come Onlineprinters.it, che sfruttano proprio la Rete per offrire ai loro clienti manifesti e locandine a prezzi convenienti, personalizzabili con il logo della vostra compagnia in diverse dimensioni.

Infatti sempre secondo Istat, nonostante nel 2017 il 64% della popolazione europea fra i 16 e i 74 anni ha utilizzato un computer ogni giorno, tale percentuale che scende al 52% per l’Italia.

Tutto ciò fa riflettere e giungere ad una conclusione: esiste ancora una larga fetta della popolazione italiana che utilizza solo sporadicamente mezzi informatici ed è quindi raggiungibile solo con mezzi di comunicazione tradizionale, come appunto la pubblicità cartacea che mantiene ancora (per poco?) intatto il suo primato.

Check Also

Gioco illegale terrestre: la seconda faccia del gaming

Sul mercato mondiale ogni anno gli scommettitori spendono circa 400 Milioni di euro, alimentando un …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Sondaggi politici: quanto piace Conte? Numeri strepitosi per il nuovo Premier

SONDAGGI POLITICI (13 GIUGNO 2018) - Dopo le intenzioni di voto degli italiani per le...

Chiudi