pensioni ultime novità oggi

Pensioni ultime novità oggi: l’acqua scarseggia, la papera non galleggia

PENSIONI ULTIME NOVITA’ OGGI (13 AGOSTO 2016) – Proprio ieri, nell’intervista di Tommaso Nannicini al Corriere, avevamo espresso qualche dubbio sull’effettiva disponibilità di grandi risorse da destinare alla riforma pensioni.

Ironia della sorte, poco dopo arrivano i dati Istat. E sono disastrosi: record del debito pubblico a giugno 2016 (2.248 miliardi) e Pil a crescita zero nel secondo trimestre dell’anno in corso. Le previsioni del governo Renzi parlavano di una crescita dell’1.2% per quest’anno: andrà già bene se si arriverà alla metà.

Se a questo si aggiunge che l’inflazione (con la quale si calcola il Pil nominale), per meglio dire la deflazione, è attualmente al -0.1% (dato Istat di luglio scorso), il risultato è che per le pensioni non ci saranno grandi risorse da impiegare. Per citare un noto trio comico di tempi più felici:”L’acqua scarseggia, la papera non galleggia”.

pensioni ultime novità oggi

Ultime novità pensioni oggi (13 agosto 2016): doccia gelata sul Pil, con la crescita zero come farà Renzi a trovare i soldi per i suoi “bonus” elettorali? Basta spot elettorali

Enrico Mentana, in un suo post su Facebook di ieri, ha riassunto in modo impietoso la situazione, esprimendo idee piuttosto vicine alle nostre, già note a chi segue le nostre ultime notizie sulle pensioni: senza strappare il cordone ombelicale che ci lega ai vincoli europei, per l’Italia ci sarà solo declino. Sulle pensioni, così come sul lavoro, sulla disoccupazione e sugli altri temi fondamentali, c’è bisogno di investire risorse, di chiedere sacrifici ai privilegiati e di sforare i parametri europei.

Il governo Renzi, sulle pensioni come sugli altri temi, insiste invece con le misure spot, distribuendo qualche bonus a destra e manca. Non si risolve la situazione del nostro sistema previdenziale dando qualche spicciolo in più a chi prende la quattordicesima oppure permettendo agli over 63 di andare in pensione un paio di anni prima, indebitandosi però per 20 anni con le banche, o con altre misure microscopiche del genere.

Pensioni ultime novità oggi (13 agosto 2016): o ci liberiamo dei vincoli europei oppure non riusciremo a risalire la china. Serve un governo in grado di investire sul lavoro e varare una riforma previdenziale coraggiosa

C’è bisogno di una riforma pensioni che segni una forte rottura con il passato, che non sia fatta di elemosine ma di riconoscimento dei diritti. E soprattutto bisogna rilanciare il lavoro, perché non può funzionare a lungo un Paese in cui i giovani non riescono a lavorare, gli anziani non riescono a lasciare il lavoro, la popolazione è in costante invecchiamento e le nascite al minimo storico.

Anche per questo il mese scorso abbiamo scritto, in modo provocatorio, che siamo finiti se al referendum costituzionale vince il Sì. 

Per vedere novità sostanziose sulle pensioni è necessario non solo un nuovo governo, visto che quello di Renzi in due anni e mezzo ha già dimostrato di essere totalmente disinteressato al tema previdenza (se ne ricorda solo ora con il referendum che si avvicina), ma di un governo che sia slegato dalla sudditanza a Bruxelles. Gli ultimi tre esecutivi (Monti, Letta, Renzi), a dispetto delle differenze di immagine e comunicazione, nella sostanza hanno seguito la stessa linea politica-economica. O si cambia gestione o si muore.

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
referendum costituzionale
Referendum costituzionale: dialogo fra un venditore di riforme e un cittadino

Referendum costituzionale: Matteo Renzi ha promesso di mandare frotte di volontari casa per casa, per...

Chiudi