pos

POS obbligatorio, si studiano le sanzioni

Dal 1° luglio professionisti e commercianti sono obbligati ad utilizzare il pos per pagamenti superiori ai 30 euro, ma la legge non ha introdotto alcuna sanzione per coloro che non si adeguano e le spese, tanto per cambiare, sono tutte a carico del commerciante o del professionista.

Per il sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti (Scelta Civica) in commissione Finanze a Montecitorio, i pagamenti elettronici permettono di ridurre i costi legati all’utilizzo del denaro contante. Questa frase accompagna le prossime azioni del Governo per quanto riguarda quell’obbligo.

Secondo fonti parlamentari, successive all’audizione del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze), il governo starebbe studiando delle defiscalizzazioni per coloro che utilizzano il pos e sanzioni per coloro che non si è ancora adeguato.

L’ufficio studi della Cgia di Mestre ha calcolato le spese a carico dei professionisti per installazione e mantenimento del POS: mediamente le spese di attivazione sono di 115 euro, la commissione su singola operazione è del 2,19% e la commissione mensile per l’utilizzo del pos parte da 24 euro ma può arrivare anche a 35 euro.

Per quanto riguarda le sanzioni si dovrebbe arrivare addirittura all’interdizione in caso di inadempienza, mentre per la defiscalizzazione tutto è legato alla possibilità delle coperture finanziarie.

Comunque la si metta, il commerciante e il professionista, già vessati da tasse e burocrazie, dovranno fare i conti con ulteriori lacci e lacciuoli alla propria attività.

Check Also

sondaggi M5S

Ultimi sondaggi politici elettorali: 16 dicembre 2016, M5S primo partito nonostante tutto

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (16 DICEMBRE 2016) – M5S CRESCE E SUPERA PD In opposizione …

One comment

  1. CARO RENZINO tu inventi bufale sul lavoro e gli altri creano scioperi. La tua protervia è insostenibile. offende l'intelligenza della gente sana.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali
1.000 euro per cenare con Renzi e Boschi: chi c’è e chi non c’è

Nell'Italia della crisi, c'è chi raccapezza soldi con cene da botte di mille euro a...

Chiudi