pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie sulle minime: novità bomba, 650 euro con 20 anni di contributi

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (18 LUGLIO 2017) – L’IDEA DI PATRIARCA (PD), MINIME A 650 EURO PER I GIOVANI

Dopo le news sulla reversibilità alle vedove (anche ricche), torniamo sul tema della spaccatura generazionale.

Mentre in Italia diversi anziani percepiscono pensioni sproporzionate rispetto ai loro contributi versati, i giovani precari lavorano e “sponsorizzano” i trattamenti pensionistici dei loro genitori e dei loro nonni, senza la certezza di riuscire ad andare in pensione. Nell’ipotesi più ottimistica, gli under 30-40 di oggi andranno in pensione verso i 70 anni.

E allora, in mancanza di un governo in grado di sfornare una vera e complessiva riforma pensioni, ci si deve affidare all’iniziativa dei singoli su singoli temi.

E’ il caso di Stefano Patriarca, consigliere economica della presidenza del Consiglio, che ha in mente un’interessante novità per le pensioni dei giovani: “Un minimo previdenziale, come nel retributivo, pari, si può immaginare, a 650 euro per chi ha 20 anni di contributi, che possono aumentare di 30 euro al mese per ogni anno in più fino a un massimo di mille euro».

Pensioni ultime notizie (18 luglio 2017): allo studio delle minime per i giovani con pochi anni di contributi

Tommaso Nannicini, altra punta di diamante del Pd quando si parla di economia, parla di lavori in corso: “il Pd farà una proposta, che studieremo e approfondiremo, sulla pensione di garanzia per i giovani, con un reddito minimo” e pure allo scopo di “rivedere il meccanismo di adeguamento automatico dell’età pensionabile“.

E su quest’ultimo tema, come per i presunti privilegi degli assegni Inps dei sindacalisti, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti prende tempo, rimandando tutto a dopo l’estate. Motivo? Servono le “informazioni dall’Istat che ci darà nuovi dati”.

Come abbiamo già spiegato nelle nostre ultime notizie sulle pensioni, il problema politico è strettamente legato all’imminenza delle prossime elezioni nazionali: la legge di Bilancio va approvata a fine anno, cioè a poche settimane dall’inizio della campagna elettorale (si voterà presumibilmente a Primavera 2018).

Difficilmente il Pd vorrà scontentare milioni di italiani prendendosi la responsabilità di alzare l’età pensionabile: più probabile un rinvio del problema, da sistemare lontano dal voto in caso di vittoria elettorale oppure da scaricare sugli eventuali successori al governo.

Insomma, sulla carta le novità non mancherebbero, ma manca la determinazione nel portare a casa risultati concreti sulle pensioni. Poletti ammette il fatto che le donne e i giovani, a causa delle loro carriere lavorative discontinue, difficilmente superano i 30 anni di contributi versati.

Servirebbe una pensione di garanzia, dice Poletti: dice, ma al momento non si vedono fatti né nel presente e né all’orizzonte.

Check Also

pensioni ultime novità precoci

Pensioni ultime notizie su precoci e Ape: non c’è posto per tutti, oltre 66.000 domande

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (17 LUGLIO 2017) – BOOM DI DOMANDE PER APE SOCIALE E QUOTA …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali
Sondaggi Tg La7: M5S rimbalzo positivo, Pd ancora giù. Un’unica maggioranza possibile

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (17 LUGLIO 2017) - M5S SI RIPRENDE, IL PD NO Dopo...

Chiudi